superbanner mobile
VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic

E’ la Liguria la regione più propensa al bio

Ma in Toscana il 68% delle famiglie compra già biologico. Lo rivela una ricerca GFK IHA.

Sondaggio: il bio non seduce i piemontesi

Solo quinti in Italia tra i consumatori di prodotti naturali.

Il Piemonte è una delle principali regioni produttrici di alimenti biologici, ma è solo al quinto posto per quanto riguarda il consumo. Il dato emerge da una ricerca commissionata alla società Gfk Iha dalla Centrale del Latte di Torino e si è svolta attraverso la rilevazione, tramite scanner, dei prodotti biologici acquistati in qualsiasi canale distributivo da un campione di circa 5.000 nuclei familiari. In Italia, su un universo di oltre 20.600.000 famiglie, più di 8 milioni (il 39 %), acquista prodotti provenienti da agricoltura biologica. La regione dove si registra la propensione maggiore all’acquisto (cioè dove la spesa media pro capite è più alta), è la Liguria. I dati confermano il boom del biologico, anche se evidenziano una «forbice»: si spende molto di più al CentroNord che al Sud. Gli indici di spesa più bassi riguardano le regioni meridionali, in coda vi sono Sardegna, Campania e Puglia. Al contrario, sopra la media nazionale troviamo, oltre alla Liguria, l’Emilia Romagna, il Lazio, la Lombardia e il Piemonte. Il sondaggio ha anche stabilito che, rispetto al numero di famiglie acquirenti di prodotti «bio», la percentuale più alta di consumatori è in Toscana, dove, su poco più di 1,3 milioni di famiglie, oltre 897.000 acquistano biologico (68%). Seguono le Tre Venezie con il 62%, l’Emilia Romagna con il 55% e la Lombardia con il 51%. (…) segue su richiesta

(Visited 9 times, 1 visits today)
superbanner