Ortomad_Superbanner mobile_30gen-5geb_2023
Syngenta_top news_16gen-5feb_2023
DOLE_top news 2_16gen-19feb_2023
Logistica e Trasporti

L’Ucraina apre nuovi valichi ferroviari con l’Europa

Tre al confine con la Polonia, due con la Romania e uno in Moldavia. L’obiettivo è incrementare gli scambi commerciali

Il conflitto Russia-Ucraina non sembra destinato a finire in tempi brevi, ma sul fronte degli scambi commerciali una buona notizia c’è. L’Ucraina ha intenzione di aprire, in tempi ragionevoli, sei nuovi valichi di frontiera per il trasporto merci verso l’Europa.

Dove 

Tre di questi verranno realizzati al confine con la Polonia, due con la Romania e uno, di fatto già operativo, con la Moldavia. Quest’ultimo, attivo da agosto 2022 dopo che da oltre un ventennio era in disuso, conta su una linea di circa 20 chilometri e, secondo quanto riferito dal ministero delle Infrastrutture ucraino, potrebbe raggiungere un interscambio di dieci milioni di tonnellate all’anno di merce, con particolare riferimento al grano.

Quando

Secondo quanto rilasciato dalle ferrovie ucraine, i cinque varchi mancanti dovrebbero essere operativi a breve, poiché non richiedono importanti lavori infrastrutturali, ma solo accordi amministrativi tra le ferroviarie coinvolte.

I tempi stimati di entrata in azione sono dunque tutto sommato ragionevoli: i due valichi di frontiera con la Romania necessitano di un intervento che potrebbe essere portato a termine in circa tre mesi, mentre nei collegamenti con la Polonia sono richiesti lavori infrastrutturali più impegnativi, che fanno prevedere la piena operatività non prima della fine del prossimo anno.

Perché

L’Ucraina, a oggi, può contare su 13 passaggi di frontiera per lo scambio merci con l’Europa, attraverso i confini con Polonia, Romania, Ungheria, Slovacchia e Moldavia. Ma secondo le ferrovie ucraine tali accessi non sono più sufficienti ad accogliere il crescente traffico merci con l’Europa continentale e il conseguente crescente numero di treni merci. Inoltre, il Paese avverte la necessità di potenziare la logistica.

In attesa che vengano aperte le nuove vie, sta quindi chiedendo collaborazione alle amministrazioni ferroviarie dei Paesi confinanti in quanto, già sfruttando la capacità delle strutture esistenti, la movimentazione delle merci potrebbe almeno raddoppiare.

Una volta che i nuovi valichi saranno tutti operativi, l’Ucraina avrà a disposizione 19 valichi di frontiera con l’Europa.

(Visited 53 times, 1 visits today)
superbanner