superbanner mobile
VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic
Ingrosso

Dai mercati: uve da 70 cent e zucchine sotto l’euro

mercatocesena_ingrosso

Intanto a Napoli i grossisti votano a favore del cambio di orario scegliendo quello diurno

Molto prodotto a poco prezzo nonostante i rincari dei fattori produttivi, ma se la domanda di mercato cala i prezzi pure. E’ il caso delle uve dove c’è abbondanza di prodotto ma solo le varietà premium e quelle senza semi riescono ad ottenere quotazioni importanti. In calo gli ortaggi a iniziare dalle zucchine spesso sotto l’euro. Al mercato di Napoli, il Caan  il 50% dei  grossisti si è espressa a favore dell’orario diurno. Una rivoluzione attesa in tanti mercati, ma che ancora non arriva.

Uve in crisi, ma non la senza semi

Sempre più in ribasso le uve. Un anno dove si vendono bene le varietà senza semi e premium stentano, nonostante un buon inizio di campagna, quelle tradizionali. Vediamo le quotazioni della varietà  Italia a iniziare dalla piazza di Bergamo dove si ferma a 0,80/1 euro il kg mentre l’extra sale a 1,20/1,60. Negli altri mercati questi i prezzi: Bologna (0,80; extra 1,80), Cesena (1/1,80), Firenze (0,90/1,50; extra 1,80/2,50), Milano (1,20/1,40; extra 1,80/2,20). La varietà Pizzutella pugliese presenta buone quotazioni: Bologna (1,90/3,20), Cesena (1,40/3), Milano (1,80/2,20). Buone anche la senza semi bianca: Bologna (2,80), Padova (2), Milano (2,50), Parma (2), Roma (1,80), Torino (1,80), Verona (1,70).

Calano le clementine spagnole

In ribasso dai 0,20 ai 0,40 euro i prezzi delle clementine spagnole della varietà Clemenruby, alla rinfusa con foglie, Queste le quotazioni il kg: Bologna (1,50/2 euro), Firenze (1,30/2), Verona (0,75/1,40), Padova (1,10/1,80), Catania (1/1,40 euro). Sotto i 2 euro anche le clementine comuni di origine italiana: Bologna (1,90), Firenze (1,20/2,20), Verona (1,40), Padova (1,20/2), Roma (1,50), Torino (1,60 euro). In Sardegna c’è  prodotto sardo da 1 euro fino a 2 euro. Più alto il prezzo della varietà  Oronules spagnole che a Bologna arrivano fino a 2,60 euro, a Milano da 1,40 a 2,10 e Torino da 1,10 a 1,70 euro il chilo.

Continua la campagna delle arance dal Sudafrica

Continua la campagna delle arance dal Sudafrica della varietà Valencia Late con prezzi stabili: Bergamo (1,10 euro), Bologna (1), Genova (1,15), Padova (1,07), presente in gran parte dei mercati la Navelina con prodotto spagnolo: Bologna (1,05), Verona (1,20), Torino (0,90) e siciliano a Milano (1,50/2,10 euro), mentre in Sardegna c’è prodotto locale da 1,40 a 1,70 euro il chilo.

Limone primofiore spagnolo e siciliano tra 1,40 e 1,70

Passiamo ai limoni dove è presente il primofiore spagnolo e siciliano: Bologna (Spagna 1,70), Firenze (Spagna 1,80), Padova (Spagna 1,70). Poi Milano (Spagna 1,60), Torino (Spagna 1,45; Sicilia 1,45) Napoli (Sicilia 1,45, Spagna 1,50). Chiudiamo con l’Eureka sudafricano e argentino: Bologna (Argentina 1,30),  Cagliari (Argentina 1,90), Milano (Argentina 1,20), Piacenza (Argentina 1,40/2 euro; Sudafrica 1,70 euro).

Carciofi a partire da 0,40 euro

La varietà spinosa sarda nel mercato di Cagliari quota 1,50 euro il capolino. Il violetto pugliese è presente in numerosi mercati: Bologna (1,40), Roma (0,70), Firenze (0,65); Padova (0,62 ma si trova anche prodotto a 0,40), Cesena (0,65), Milano (0,45). Infine la varietà Tema a Bologna si vende a 0,60 euro il capolino, Cesena 0,90, Verona 0,60.

Zucchine intorno e sotto l’euro, sostenuti i pomodori

Zucchine ancora  in discesa e spesso sotto l’euro. In Sardegna per le zucchine chiare lunghe c’è il prodotto locale a 1 euro, poi Catania (0,80), Cesena (0,80), Rimini (0,90) tiene il prodotto locale piemontese che a Genova quota 1,50/2 euro. In forte ribasso pure le scure a Bologna da 0,50 a 1,30 euro il kg, Catania (1), Firenze (1,40), Cesena (1,20), Milano (0,50/1,80). Il prodotto locale tiene sempre delle buone quotazioni, a Firenze l’origine toscana, varietà costoluta, quota oltre i 3,50 euro.

Pomodori in calo, ma non troppo. Il grappolo a Bologna (Olanda 1,50; Italia 1,90); Bergamo (Olanda 1,70; Italia 2,70); Cesena (Olanda 2, Italia 2,40) mentre il ciliegino siciliano è intorno ai 3 euro con Bologna (2,80), Genova (3,15), Treviso (2,80), Rimini (2,50), Milano (2,50 euro).

Cachi perdono anche 0,60 euro il kg

A Bologna i cachi emiliano-romagnoli hanno perso da 0,40 a 0,60 euro il kg e le quotazioni partono da 0,70 per un massimo di 1,40 per il doppio strato 15 pezzi. Stessa origine e in calo ma tengono meglio il prezzo a Firenze (1/1,80), Milano (0,80/1,80) mentre a Roma quota 1,10 mentre l’origine campana si ferma a 0,80. Cala ma meno il Parsimon spagnolo con le quotazioni a Bergamo (2,70), Bologna (2,00), Milano (2,00), Roma (1,70).

Pere Abate intorno ai 2 euro

Da dimenticare le quotazioni alte dell’anno scorso per le pere Abate calibro 70/75 il kg a Rimini (2,10 euro), Piacenza (1,80), Genova (1,90), Bologna (2,40) e Milano (2,30). La varietà decana comizio a Bologna (Olanda 1,70), Firenze (Olanda 1,60; Emilia-Romagna 2,70), Roma ( Olanda 2,30 euro).

Passiamo alle susine Angeleno: Cagliari con il prodotto locale alla rinfusa a 1,30 il kg, dal Sudafrica a 1,60 invece a Cesena in vaschetta (1,10) come a Bolzano (1,75), le Fortune a 1,60 a Piacenza. Le pesche tardive sono presenti  nei mercati siciliani di Catania (1,50/1,80) e Siracusa (1,35). I fichidindia Bastardoni a Bologna (1,80/2,20), Bergamo (1,20/2,20), Roma (1,50/2,50), Firenze (1,80/2,30).

Melagrane con prezzi stabili o in calo

Nei  mercati  i prezzi delle melagrane sono stabili o in calo: Bologna (1,50), Firenze (1,80), Genova (1,30), Milano (1,60), Torino (1,30). Passiamo alle castagne con il calibro 50/55 che vede queste quotazioni: Cesena (3,80), Genova (3.40), Bergamo (4), Torino (3.40), Bologna (4), Roma (4,50). Diverse le quotazioni dei marroni, sempre calibro 50/55: Genova (4,00), il calibro 60/65 a Firenze (5), Torino (3,30). Bologna (4,50 euro), Padova (5,50).

Kiwi c’è Grecia, Italia, Nuova Zelanda e Cile. Il rosso nazionale a Cagliari

Nei mercati c’è prodotto greco con varietà Hayward, vediamo i prezzi sulla pezzatura 110/120 grammi: Padova (1,70), Firenze (1,50), Napoli (1,90), Roma (1,50), Reggio Emilia (2,10), Milano (1,90 Bologna (2), Verona (1,25). A Piacenza il Zespri Nuova Zelanda quota 4 euro il kg, l’origine Cile alla rinfusa 3,20 euro. Il 120/130 grammi Zespri dalla Nuova Zelanda: Firenze (3,50); Roma (3,60), Verona (3,45).Vediamo il prodotto nazionale con Cagliari (2,20 il 110/120 grammi, ma c’è anche la varietà rossa a 8,90 euro il kg), a Torino il 120/130 grammi quota 1,90 euro il kg mentre a Reggio Emilia 80/90 grammi si vende a 1 euro il chilo.

I prezzi delle patate

Ecco le quotazioni delle patate a polpa bianca con Cagliari dove il prodotto locale si vende a 0,70 euero, quello campano e quello francese a 0,75 euro il chilo. A Firenze origine Italia a 1 euro mentre a Parma quelle campane quotano 0,60 euro il kg. Sulla polpa gialla la media è sui 0,50 euro il kg con diverse origini. A Bologna le diverse origini: Italia (0,50/0,55); Olanda (0,45), Germania (0,50), Francia (0,50). Queste le quotazioni a Firenze: Italia (0,65), Olanda (0,65), Germania (0,45), Francia (0,70 euro).

(Visited 1.879 times, 1 visits today)
superbanner