Syngenta_top news_16gen-5feb_2023
DOLE_top news 2_16gen-19feb_2023
In sintesi

Melinda vince il premio Vivere a spreco zero

Avatar
Autore Redazione

Riconoscimento al consorzio della Val di Non per il suo impegno verso l’ambiente e il territorio

Nella suggestiva cornice di Palazzo D’Accursio a Bologna, Melinda ha ricevuto il premio Vivere a Spreco Zero 2022 nella categoria Ortofrutta. Un prestigioso riconoscimento che ogni anno viene assegnato alle 12 realtà italiane che si distinguono, nelle rispettive categorie, per i loro comportamenti virtuosi in tema di sostenibilità e che quest’anno è stato conferito anche al consorzio della Val di Non per il suo impegno verso l’ambiente e il territorio.

Salvate 30 milioni di ciliegie

In particolare, Melinda è stata premiata grazie all’adozione, nel corso degli ultimi 5 anni, delle soluzioni brevettate da Unitec per la selezione non distruttiva della qualità delle proprie ciliegie. Questo ha permesso ai propri soci di raccogliere tutte le ciliegie prodotte, garantendo una seconda vita al 15% delle stesse che, non idonee ai consueti canali di commercializzazione del fresco, sono state avviate all’industria della trasformazione o a canali commerciali alternativi. Si tratta di oltre 30 milioni di ciliegie ogni anno salvate dagli scarti e dallo spreco, con maggior soddisfazione di produttori e consumatori.
Melinda si conferma così leader del settore Ortofrutta, oltre che in termini di notorietà del marchio, anche in termini di pratiche sostenibili e attenzione alle risorse ambientali.

Giunto alla decima edizione e promosso dalla campagna Spreco Zero di Last Minute Market, il Premio Vivere a Spreco Zero è articolato in 12 categorie, a cui quest’anno si è aggiunta la categoria speciale Acqua/Energia. Il suo obiettivo è promuovere le buone pratiche di prevenzione degli sprechi e di sviluppo sostenibile ad ogni livello, dalle Pubbliche Amministrazioni alle imprese, dalle scuole ai cittadini, dall’economia circolare alla dieta mediterranea, dall’innovazione alla biodiversità. Negli anni, è stato conferito ad aziende, enti e istituzioni di grande prestigio e ha avuto ambasciatori del calibro del climatologo e divulgatore scientifico Luca Mercalli, degli scrittori Susanna Tamaro e Paolo Rumiz, degli artisti Giobbe Covatta e Neri Marcorè.

Le soluzioni ecologiche di Melinda

“Questo premio ci riempie di orgoglio perché testimonia il grande lavoro svolto da Melinda sul fronte dello sviluppo sostenibile, composto da azioni quotidiane e concrete che spesso passano però inosservate. Va sottolineato che veniamo oggi premiati anche grazie alla competenza di un partner come Unitec in grado di offrirci soluzioni che sanno fare la differenza, a vantaggio nostro, dei clienti e dell’ambiente che ci circonda. Sono davvero numerose le azioni che mettiamo in campo a favore del nostro ecosistema; dall’uso di energia proveniente al 100% da fonti rinnovabili al ricorso a metodi di coltivazione sostenibili, dall’impiego dell’irrigazione a goccia che riduce i consumi idrici alla ricerca di imballaggi sempre più a basso impatto” dichiara Andrea Fedrizzi durante la premiazione. “Fiore all’occhiello delle politiche di sostenibilità di Melinda sono le celle ipogee, un impianto di conservazione unico al mondo a basso impatto ambientale: si tratta infatti di un vero e proprio frigorifero naturale realizzato nel cuore delle Dolomiti, che consente il 50% di risparmio energetico ed è ad impatto zero sul territorio”.

Fonte: Melinda

(Visited 30 times, 1 visits today)