Interpoma_topnews_26set-16ott
Frutta a guscio ed essiccata

Nocciole: ottima la qualità in Alta Langa

Massimo Ferrino: “Niente marciume né cimiciato, ma la produzione è dimezzata rispetto al 2020”

La qualità delle nocciole di Alta Langa quest’anno è molto buona, ma le rese sono praticamente dimezzate rispetto allo scorso anno. Questo, in estrema sintesi, il bilancio della campagna corilicola 2021 di Massimo Ferrino, titolare di NoccioleNatura, impresa agricola di Castino (Cuneo) specializzata nella produzione di Nocciola Piemonte Igp.

“Abbiamo prodotto circa la metà del 2020 – spiega Ferrino – e molto hanno inciso le gelate della scorsa primavera. I frutti sulle piante, infatti, non sono mancati, ma abbiamo registrato una fortissima cascola nei mesi estivi. Segno che non c’è stata una buona impollinazione”.

In ogni caso, ci sono anche buone notizie. “La qualità è elevata – conferma Ferrino – e il prodotto è eccezionale. Non sono presenti né marciume, né cimiciato. Unico problema è che, a causa della grande siccità registrata quest’anno, abbiamo più difficoltà nella pelatura dei frutti. Una cosa abbastanza normale quando non piove per diversi mesi consecutivi. Nel contesto che ci circonda, in ogni caso, ci consideriamo fortunati: abbiamo registrato una resa attorno al 48%, ma c’è chi si è fermato al 38 o al 40%”.

Moderata la soddisfazione sul prezzo delle nocciole. “Oggi siamo tra i 400 e i 450 euro il quintale e ancora il prezzo non si è fermato. E’ sostanzialmente giusto, credo, e va certo  molto meglio rispetto a un anno fa, quando eravamo a circa 300 euro il quintale. Per quanto riguarda il trasformato (NoccioleNatura produce sia semilavorati per pasticcerie e gelaterie, sia prodotti finiti per il consumatore finale, che vende anche on line, ndr), gli aumenti nei costi di produzione ci sono, ma bisogna fare attenzione con gli adeguamenti, perché poi si rischia di non riuscire a vendere. E’ un equilibrio delicato”.

(Visited 189 times, 1 visits today)