Romagnoli_mobile_16/05-30/05
Aweta_topnewsgenerali_16/05-30/05
Nordovest_topnews_16/05-30/05
Dalle aziende Aziende

Ciliegie, Giacovelli accelera ancora

L’azienda pugliese inaugura l’impianto Icoel Tomra a Turi. Piero Giacovelli: “Un investimento che esalta qualità e servizio”

L’annuncio è di quelli che pesano. Dopo un paio di anni di attesa l’azienda Giacovelli di Locorotondo (Bari) inaugura la campagna ciliegie 2022 con il conforto e le sicurezze dell’innovazione tecnologica di ultima generazione InVision2 con Total View Plus.

“Abbiamo ultimato l’installazione della calibratrice ottica Small Fruit Sorter della Icoel Tomra nello stabilimento di Turi – dice a myfruit.it Piero Giacovelli, alla guida dell’azienda con il fratello Raffaele – Un investimento pensato e realizzato per offrire un ulteriore salto qualitativo della nostra offerta”.

Vediamo di cosa si tratta. L’impianto Icoel è dotato di 30 uscite di lavorazione, di cui 24 veicolano la prima qualità. Parliamo di 12 tonnellate l’ora di frutta lavorata. Non solo, gli automatismi della macchina permettono di garantire la tracciabilità delle produzioni.

Dalla qualità in campo alla cura della qualità in magazzino

“Tra i punti di forza del macchinario – prosegue l’imprenditore pugliese – voglio ricordare la selezione ancora più elevata e precisa della qualità, grazie al sistema Total View Plus possiamo selezionare le ciliegie non solo per calibro e colore, ma anche in base ai difetti esterni, interni e di forma, garantendo una qualità coerente ai nostri clienti e ai consumatori. E’ anche possibile effettuare il riempimento automatico di colli e cestini. La nuova calibratrice Tomra-Icoel ci permette una migliore gestione del prodotto, trasferimenti gentili in acqua e un più elevato grado di riempimento dei canali di lavorazione”.

“Insomma, parliamo della elettronica più avanzata d’Europa con una gestione puntuale e continua della catena del freddo. La ciliegia vive di acqua, quindi con Icoel garantiamo la maggiore tenuta dei frutti nel punto di vendita, la maggiore turgidità durante il trasporto e la freschezza sulle tavole“.

“Con queste premesse è chiaro che il salto qualitativo riguarda anche l’organizzazione aziendale. Potendo contare su un risultato più preciso in fase di lavorazione, realizzando progetti di linee premium, da quest’anno abbiamo deciso di applicare i doppi turni, arrivando a un totale di 13 ore giornaliere. Il che significa 156 tonnellate di ciliegie lavorate ogni giorno a Turi. E, se a tutto ciò sommiamo un volume gestito di 5.000 tonnellate l’anno (tra produzione aziendale e delle aziende fidelizzate, ndr) di ciliegie di elevata qualità, è evidente che possiamo assicurare continuità ed elasticità nel servizio. Servizio che già forniamo a 360 gradi ai nostri clienti”, conclude Piero Giacovelli.

La stagione commerciale delle ciliegie Giacovelli inizierà con i primi stacchi la prossima settimana ed entrerà nel vivo dal 20 maggio circa. I mercati sono avvisati.

(Visited 868 times, 1 visits today)
superbanner