cappplast_topnews_29giu-20lug
Prodotti

Kanzi chiude una stagione ricca di conferme

Redazione
Autore Redazione

La qualità organolettica della mela club carta vincente su tutti mercati. Con i nuovi impianti previsto un incremento di volumi dalla prossima stagione

Si è conclusa a fine maggio la campagna 2019/20 di Kanzi, la mela club prodotta in Italia dai consorzi Vog e Vip. Anche quest’anno l’apprezzamento da parte dei consumatori ha confermato i punti di forza di questa mela: l’accesa colorazione rossa, croccantezza e succosità, nonché il grande equilibrio fra dolcezza e acidità.
La campagna, iniziata a ottobre con un quantitativo a disposizione di circa 16mila tonnellate, in leggero aumento rispetto alla stagione precedente, ha consentito di portare sul mercato frutti che hanno mantenuto le loro aspettative dal punto di vista della qualità e conservabilità.

“L’andamento delle vendite è stato sin dall’inizio molto vivace e dinamico, soprattutto in Italia e Spagna, due paesi che hanno apprezzato Kanzi sin dall’inizio della sua commercializzazione – commenta Klaus Hölzl, responsabile vendite del Vog – Le attività di comunicazione, inoltre, hanno certamente consentito anche quest’anno di aumentare ulteriormente la conoscenza e la visibilità di Kanzi”.

“La sponsorizzazione a ottobre a Milano e a novembre a Roma della DeeJay Ten, la maratona organizzata da Radio DeeJay, è stata un’operazione centrata e che si rivolge ad un target giovane e dinamico, lo stesso che ama le qualità di questa mela – afferma Hannes Tauber, responsabile marketing del Vog – Una considerazione che possiamo estendere anche al concorso che si è concluso a fine aprile, organizzato dal club varietale Gke e che ha messo in palio 25 abbonamenti annuali al servizio di streaming musicale Deezer, anch’esso molto amato dai più giovani”.

“Anche le attività in store ci hanno ribadito la piacevolezza delle caratteristiche organolettiche di Kanzi – conferma Benjamin Laimer, referente marketing di Vip – A causa dell’emergenza sanitaria causata dal Covid-19 abbiamo svolto solo 29 giornate di degustazione nella grande distribuzione. Ma anche solo da queste non è mancata la conferma di come freschezza e aromaticità piacciano soprattutto alla fascia di età più giovane e dinamica”.

Riscontri positivi simili riscontrati anche dal Vog che ha realizzato 350 giornate di degustazione tra Italia e Spagna.
Il raccolto di quest’anno è stato caratterizzato anche dalla presenza di calibri medio-piccoli in quantità superiore rispetto alla media e, sebbene questo abbia creato qualche ritardo nella rotazione, alla fine si può dire che non abbia ostacolato  particolarmente le vendite, anche in mercati come quello italiano e spagnolo che prediligono, invece, calibri più grandi. Per quanto riguarda i mercati esteri, ottime performance in Germania, positiva in questo caso la presenza di un quantitativo maggi ore di mele biologiche Kanzi, queste ultime sempre più apprezzate anche nel Benelux e nel Regno Unito.
“Numeri molto interessanti, non solo nel biologico, ci sono anche in Scandinavia – aggiunge Fabio Zanesco, sales and marketing manager del Vip – È una varietà che piace e ci sono margini di miglioramento notevoli in Nord Europa“.
Per quanto riguarda i mercati extra europei bene l’Arabia Saudita e Israele, grazie alla campagna sviluppata dal partner locale e agli investimenti marketing da parte di Gke.
“Siamo soddisfatti – conclude Hölzl – Il leggero aumento del raccolto che prevediamo per la stagione 2020/21, grazie all’entrata in produzione di nuovi impianti, ci consentirà di continuare a pianificare nuove iniziative, ampliare i canali di vendita e i Paesi dove far conoscere e apprezzare la bontà di Kanzi”.

(Visited 10 times, 1 visits today)