vog_topnews_07set-02nov
Prodotti

“Un Sacco Green”. Nuova confezione compostabile per La Linea Verde

A Marca l’azienda bresciana leader nel comparto della IV gamma presenta un nuovo progetto strutturato di Responsabilità Sociale d’Impresa. Saranno 8 le referenze della nuova linea, probabilmente in commercio in primavera

Ha scelto la fiera Marca a Bologna La Linea Verde per presentare una nuova gamma di insalate DimmidiSì in busta biodegradabile e compostabile. Si chiama “Un Sacco Green” e spicca s scaffale grazie all’innovativo materiale della confezione, dall’aspetto anche lattiginoso e che subito, quindi, comunica al consumatore che la confezione va raccolta nell’umido di casa e poi nella raccolta organica. Dopo il trattamento di smaltimento, infatti, diventerà compost, ovvero concime.

Come ci hanno raccontato sia Andrea Battagliola, direttore generale de La Linea Verde, che Valérie Hoff, direttore marketing, la nuova linea si comporrà di 8 referenze di insalate e sarà probabilmente in commercio a partire da questa primavera. L’accoglienza è stata molto positiva durante i due giorni di fiera bolognese e ora in cantiere ci sono altri progetti per innovare sempre sul solco della sostenibilità.

“La nuova busta è il manifesto del nostro dna di azienda “un sacco green”, che da sempre coltiva rispetto, naturalità e genuinità; un’impresa fondata da agricoltori che hanno trasferito a tutti i collaboratori un forte amore per la terra, oltre che una continua tensione verso l’innovazione che oggi passa attraverso la proposta di un nuovo packaging sostenibile – spiega Andrea Battagliola – . Gli obiettivi che ci siamo impegnati a raggiungere nell’ambito della Responsabilità Sociale d’Impresa – come una filiera agricola ancora più virtuosa, una maggiore efficienza energetica e un più elevato risparmio idrico, il sostegno a progetti sociali e packaging sempre più sostenibili – sono centrali nella scelta degli investimenti che faremo d’ora in poi”.

Il lancio del nuova gamma segna anche l’avvio ufficiale da parte dell’azienda di Manerbio di un progetto di Responsabilità Sociale d’Impresa strutturato. “Il piano mira a valorizzare e sistematizzare le tante azioni già intraprese dall’azienda in passato, quelle in corso e quelle future e lo fa puntando a perseguire gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile definiti dall’Agenda Globale 2030 dell’ONU. L’impresa della famiglia Battagliola, infatti, è da sempre impegnata a costruire un futuro migliore. Esempi di azioni virtuose in questo senso, già concretizzate negli anni, sono la scelta di imballi e confezioni riciclabili, di una filiera agricola virtuosa a produzione integrata (certificata sin dal 2002), l’ottimizzazione delle acque di lavaggio delle insalate e la refrigerazione ad alta efficienza energetica in stabilimento”. In alto il video che illustra la filosofia aziendale.

(Visited 184 times, 1 visits today)