In sintesi

08 luglio 2024

Arrivano sullo scaffale le susine Metis

70

È ormai un’abitudine festeggiare sui banchi dell’ortofrutta l’arrivo nel periodo estivo delle susine premium Metis®, le succose, croccanti, che promettono come sempre un vero universo di gusto tutto da esplorare grazie alle tante varietà a disposizione. 

Quest’anno Metis®, il risultato dell'incrocio naturale di diverse varietà di prugna e albicocca, festeggia i suoi primi 10 anni e ritorna a scaffale con un certo anticipo rispetto allo scorso anno, grazie all’inverno mite che ci ha accompagnato.

“La previsione complessiva - spiega Antonio Zani, ufficio commerciale Italia di Granfrutta Zani, che coltiva il frutto in esclusiva per il nostro Paese unitamente a Minguzzi - è quella di una buona raccolta, fatta salva l’imprevedibilità del clima”.

Da sud a nord, copertura Metis® fino ad autunno inoltrato

Già da due settimane sono in commercio le produzioni del sud Italia, rappresentate dalle due varietà più precoci del segmento Oxy Solar a polpa scura, che saranno presenti sino a fine luglio. In questi giorni è anche in partenza la raccolta delle coltivazioni del nord Italia

Dal 15-20 luglio saranno in produzione gli ettari di Sunny Day a polpa gialla, per cui sono previste quantità in aumento. “Nonostante una perdita del 15% del raccolto, causata dalla grandine, una percentuale importanti dei frutteti Metis® sono protetti dalle coperture e vengono salvaguardati al massimo”, spiega Zani. Questa varietà sarà disponibile sino alla fine di agosto.

I primi giorni di agosto ecco giungere la Safari Star, Metis® tigrata: anche in questo caso le previsioni a livello quantitativo sono ottimistiche. Sul finire dell’estate ritornerà, a partire dal 20 agosto circa, la Oxy Solar con buccia scura e, dalla metà di settembre, l’ultima tranche di Sunset Sky con le sue due varietà con buccia rossa/bicolore e polpa chiara, che terranno compagnia al consumatore sino a fine ottobre. Dal punto di vista qualitativo, viene come sempre rispettata la qualità prevista dal disciplinare Metis®”, continua Zani.

Nuovo packaging

Per proporre e proteggere sui banchi la preziosa susina Metis® quest’anno è stata studiata una confezione: un cestino in plastica per salvaguardare la qualità delle susine, impreziosito da un pratico manico e valorizzata dalle informazioni sul prodotto e dal logo riportati sui lati del cestino stesso. A peso variabile, i cestini potranno veicolare tra i 700 e gli 800 grammi di prodotto. “Anche grazie a questo nuovo packaging che sottolinea la premiumness di Metis® ci apprestiamo ad approcciare nuovi clienti, oltre a quelli consolidati nelle annate passate”, aggiunge Zani.

A supporto della commercializzazione di Metis®, si è predisposto un fitto programma di attività promozionali coinvolgendo al meglio la gdo nazionale. Anche quest’anno Metis® partecipa al progetto Be Fruity!: per tutto luglio le susine Metis® saranno promosse e fatte degustare tal quali ed in cocktail in Romagna, in Veneto ed in Toscana. A sostegno del posizionamento del brand, visti gli ottimi risultati registrati in questi anni, grandissima attenzione è stata riservata al presidio dei canali social (Facebook e Instagram in primis) anche attraverso attività di coinvolgimento di micro- influencer all’insegna dei valori del marchio e del gusto unico di Metis®.

10 anni di dolcezza all’insegna di Metis®

Come anticipato, Metis® diventa grande e si appresta a festeggiare i suoi primi 10 anni di presenza sul mercato: una storia di successo che coinvolge l’Italia, la Spagna e la Francia e che vanta una struttura, Plumtastic Europe, che è stata capace di far conoscere il marchio e diffondere il valore intrinseco del prodotto. A garanzia e a servizio del futuro roseo del progetto è il processo di miglioramento continuo che coinvolge tutti i player e gli operatori coinvolti: “Tra due-tre anni saremo pronti a sostituire le piante con nuove varietà per trovare soluzioni sempre più innovative e garantire Metis® sempre più buone, in linea con le esigenze dei consumatori più esigenti”, completa Zani.

Fonte: Metis

Potrebbe interessarti anche