Sorma_ topnews_11ot- 7nov

Università di Bologna. Il corso di Alta Formazione su freschi e trasformati ortofrutticoli

Innovazione di processo e internazionalizzazione dei mercati. Iscrizioni aperte sino al 21 ottobre

C’è ancora tempo fino alle ore 13.00 del 21 ottobre per potersi iscrivere alla quinta edizione del Corso di Alta Formazione “Freschi e Trasformati Ortofrutticoli” che quest’anno ha come focus i temi dell’innovazione e dell’internazionalizzazione. In seguito al grande interesse manifestato da molte aziende del settore, infatti, l’Ateneo di Bologna ha prorogato la data di scadenza delle iscrizioni per agevolare le pratiche e permettere anche ai candidati dell’ultimo momento di concludere la procedura.

Il corso, organizzato dal Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna in collaborazione con il CSO di Ferrara, rappresenta un’ottima occasione per tutti gli operatori del comparto ortofrutticolo – da chi opera nei settori commerciale e marketing, così come nel gestionale, nella logistica o nelle relazioni esterne – per approfondire i temi più importanti relativi all’innovazione di processo e di prodotto e all’internazionalizzazione (reti commerciali e nuovi mercati). Obiettivo: fornire gli strumenti per affrontare un mercato sempre più competitivo.

Il corso è strutturato su 200 ore di attività didattica – le lezioni si terranno il venerdì (8 ore) e il sabato (4 ore) nel periodo novembre 2013/aprile 2014 – comprensiva di lezioni frontali, seminari con esperti del settore, workshop e conferenze, visite tecniche presso aziende leader e realtà significative del settore, nonché un viaggio studio tra i Paesi Bassi e il Belgio (in calendario al momento per marzo 2014). A tutti i corsisti sarà poi consegnato un diploma finale, a coronamento di un’esperienza sicuramente impegnativa ma che arricchisce non solo la dimensione professionale ma anche quella personale di ciascun partecipante.

Tutte le informazioni relative ai costi e ai requisiti per l’iscrizione le potete trovare sul sito dell’Università di Bologna al seguente link

(Visited 8 times, 1 visits today)