superbanner mobile
VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic

L’eruzione dell’Etna crea problemi alle colture

Cenere su agrumi, ortaggi e serre

Eruzione dell’Etna, cenere su agrumi e serre

e manca l’acqua per pulire

ROMA – L’eruzione dell’Etna continua a non risparmiare l’agricoltura. La polvere lavica, le ceneri e la mancanza di pioggia hanno bloccato la raccolta degli agrumi, provocato ingenti danni alle serre e colpito pesantemente la zootecnia. In particolare, in base a un nuovo monitoraggio della Coldiretti, le serre si presentano completamente coperte di polvere, ma non è possibile intervenire, per ripulire le strutture in plastica, a causa della mancanza di acqua.
Per gli agrumeti, in piena maturazione, il rischio è, invece, che i granelli di polvere nera riescano a penetrare all’interno del frutto compromettendo interi raccolti di arance, mandarini e limoni.

Prosegui la lettura dell’articolo sulla pagina della Gazzetta di Parma

A rischio anche la zootecnia soprattutto quella transumante tipica della zona etnea. L’eccezionalità dell’evento danneggia gli allevatori costretti a far ricorso alle già esigue scorte di foraggio dal momento che ovini e bovini non possono sfamarsi con l’erba che le scarse piogge di ottobre hanno fatto crescere nelle zone montuose. La nuova eruzione dell’Etna sta devastando una delle più pregiate zone boschive e produttive delle province di Catania, Ragusa e Siracusa.

Timori anche per la mancata raccolta dei prodotti di questi giorni e per i noccioleti della zona dell’Etna.

(Visited 20 times, 1 visits today)
superbanner