VOG_superbanner mobile_13mag-2giu_2024
Giga_top news_13mag-9giu_2024
Logistica e Trasporti

Canale di Panama, da maggio crescerà il numero di transiti

Si attende la stagione delle piogge e poi una fase di manutenzione. Il ripristino dei traffici regolari previsto per il 2025

E’ in arrivo la stagione delle piogge e pertanto, a Panama, i traffici marittimi dovrebbero riprendere con regolarità.
Con i livelli di navigabilità ripristinati, infatti, la logistica internazionale delle merci dovrebbe poter transitare lungo il Canale.

Per l’efficienza totale, però, occorrerà attendere il prossimo anno: secondo gli esperti solo nel 2025 il Canale di Panama tornerà ai consueti traffici.

La siccità ha fermato le merci

Negli ultimi due anni la siccità ha imposto all’Autorità del Canale di ridurre drasticamente il transito delle navi portacontainer. Il che ha costretto diverse compagnie marittime a rivedere le proprie rotte, con una ricaduta non positiva sul costo e sulle tempistiche dei viaggi.

Per dare la portata del disagio, basti pensare che, a causa delle restrizioni, i tonnellaggi in transito per il Canale si sono ridotti di un terzo.

Un esempio eclatante è quello di Maersk, che a gennaio 2024 ha annunciato il divieto di transito del Canale delle proprie portacontainer, alle quali è restata una sola opzione: proseguire via treno.

Ieri 16 aprile, però, è arrivato un segnale di apertura da parte della Panama Canal Authority, la quale ha comunicato che da maggio i transiti potrebbero riprendere regolarmente.

Le tempistiche

Sarà però prima necessaria una fase di manutenzione programmata (dal 7 al 15 maggio) alle chiuse di Gatun, un lago artificiale creato sul fiume Chagres. Tale intervento causerà una riduzione temporanea del numero di transiti giornalieri attraverso le chiuse Panamax, che passeranno da 20 a 17. Subito dopo si dovrebbe assistere all’incremento della capacità di transito: dal 16 maggio al 31 dello stesso mese, il numero dei passaggi giornalieri attraverso le chiuse Panamax dovrebbe aumentare da 17 a 24. Il miglioramento della capacità proseguirà a partire dal primo giugno, quando i transiti giornalieri attraverso le chiuse Neopanamax passeranno da sette a otto.

Un altro cambiamento rilevante riguarda il pescaggio massimo permesso per le navi che transitano attraverso le chiuse Neopanamax. A partire dalla metà di giugno questo limite passerà dagli attuali 13,41 metri ai futuri 13,71.

Grande attesa per il 2025

L’Autorità prevede un completo ritorno ai livelli standard nel 2025. Non sorprende quindi che Maersk ha annunciato ieri che le portacontainer del servizio OC1 (che collega l’Asia con la costa orientale degli Stati Uniti) riprenderanno a navigare il Canale dal prossimo 10 maggio.

(Visited 38 times, 1 visits today)
superbanner