Carton_Pack_topnewsgenerali_04/07-18/07
In sintesi

Yello, la mela che fidelizza i consumatori

Avatar
Autore Redazione

Dal gusto aromatico, ha trovato la sua nicchia di appassionati. Volumi in aumento e buon andamento per i calibri medio-grandi

Il mondo esotico di yello ha saputo conquistare il suo pubblico: chiude positivamente a giugno la stagione 2021-22 della mela di varietà Shinano Gold, originaria del Giappone e portata in Alto Adige dai Consorzi Vog e Vip.

La campagna commerciale si è conclusa con un andamento regolare e buone performance dei calibri medio-grandi, dopo che il raccolto 2021 ha visto volumi maggiori rispetto all’anno precedente per un totale di circa 2.100 tonnellate. La stagione ha visto anche un restyling del sito web yello-apple.com, che ha rafforzato l’identità del marchio comunicando le caratteristiche speciali di yello e dando voce ai produttori che la coltivano nelle valli dell’Alto Adige.

Una mela di nicchia

“yello è e rimane una mela di nicchia, ma ha saputo fidelizzare i suoi consumatori. È una mela a buccia gialla con una intensa aromaticità e note esotiche molto distintive – commenta Klaus Hölzl, responsabile vendite del Consorzio Vog – La campagna commerciale appena conclusa ha visto un inizio più lento del previsto, ma da gennaio fino a inizio giugno il ritmo di vendita è aumentato, specialmente per i calibri maggiori”.

“Le prospettive per yello sono positive, grazie al pubblico di clienti e consumatori affezionati e alle eccezionali caratteristiche di questa mela, dallo splendido colore giallo alabastro e dal gusto inconfondibile, in cui la dolcezza si sposa con note fruttate e di miele”, spiega Fabio Zanesco, direttore commerciale di Vip.

Italia e Germania sono i primi mercati

L’Italia si conferma il mercato principale di yello in Europa, seguita dalla Germania, dove la mela a buccia gialla sta ancora trovando le sue opportunità di sviluppo. “Stiamo ancora lavorando per migliorare il posizionamento sul mercato tedesco, dove ci sono opportunità di nicchia soprattutto per i calibri medio-piccoli di yello, molto apprezzata in Germania soprattutto nei vassoi in cartone”, conclude Hölzl. 

Dopo una stagione all’insegna della qualità e della positiva risposta da parte dei consumatori, anche il futuro appare promettente per yello: entrambi i consorzi prevedono per il raccolto 2022 un ulteriore aumento dei quantitativi.

Fonte: Consorzi Vip e Vog

(Visited 15 times, 1 visits today)