Sorma_topnews-25feb-25mar
Fruttivendoli e non solo

Italmercati, Pallottini confermato presidente

Italmercati_PallottiniConfermatoPresidente
Redazione
Autore Redazione

Il ceo del Car di Roma ancora al timone della rete di Mercati all’ingrosso, che in futuro si aprirà anche a strutture “di fascia minore”. Paolo Merci, direttore generale di VeronaMercato, confermato alla vice presidenza

Sarà ancora Fabio Massimo Pallottini, Ceo del CAR di Roma, a guidare Italmercati, la rete di Mercati all’ingrosso italiani nata a marzo del 2015. La decisione è stata presa dall’Assemblea degli aderenti  che si è svolta a Roma e che, oltre a confermare anche. Paolo Merci, direttore generale di VeronaMercato alla vice presidenza, ha anche approvato il bilancio 2018 e il programma di attività per il 2019.

Tra le decisioni prese, quella di aprire le porte di Italmercati anche a “Mercati di fascia minore” si legge in una nota. Nel Comitato di Gestione hanno fatto il loro esordio  il presidente di Sogemi (Milano) Ferrero e il presidente del Caab (Bologna) Segrè. Confermati Lazzarino per Torino, Minasola per Padova, Franciolini per Genova, Lucibello per Firenze, Zappia per Catania, Giordano per Napoli, Licheri per la Sardegna.

“Sono onorato di essere stato nuovamente chiamato a guidare Italmercati come presidente – commenta Fabio Massimo Pallottini -. Un’esperienza iniziata da poco che si è già affermata per la sua rilevanza nel panorama dell’agroalimentare italiano e dell’ortofrutta in particolare”.

Molti i risultati raggiunti durante la presidenza di Pallottini sino ad ora “Riportare sempre di più i mercati al centro dell’attenzione del decisore pubblico sia italiano che europeo – prosegue Pallottini -; attribuire agli stessi Mercati una centralità nell’ambito della filiera, operando per rafforzare il ruolo in stretto collegamento con il mondo della produzione: sono solo due delle principali missioni su cui si baserà l’attività nei prossimi anni. A questi si aggiungono temi quali un fisco più equo che riconosca la funzione e il ruolo dell’interesse pubblico dei mercati, una presenza organica nel sistema fieristico ed una iniziativa sempre più stringente a difesa degli operatori sani e un’attenzione sempre più alta alla trasparenza del sistema nel suo complesso”.

Scrivi un Commento