Aziende

“Adotta un Albero”, mele senza segreti per i clienti Esselunga

Redazione
Autore Redazione

Il progetto Pink Lady ha condiviso con i consumatori italiani rispetto per l’ambiente, impegno e valore della biodiversità

Si è conclusa il 21 marzo, dopo dieci giorni di attività, l’iniziativa di Pink Lady®Adotta un Albero”, che ha avuto come partner un player di prim’ordine della distribuzione italiana, quale Esselunga.

Con “Adotta un Albero”, Pink Lady® ha inteso portare ai consumatori italiani, specie quelli metropolitani, uno spaccato naturale del suo mondo, fatto di rispetto per l’ambiente, frutticoltori impegnati quotidianamente, rispetto della biodiversità. L’operazione speciale ha consentito a 500 consumatori (i primi in ordine di tempo) di adottare un albero di un frutteto e seguirne lo sviluppo tramite il web. La possibilità di partecipare è stata riservata ai clienti di Esselunga, che negli 80.000 vassoi di mele legati all’operazione, hanno trovato il codice per partecipare sulla piattaforma online.

Una volta attivata l’adozione, al consumatore si spalanca il mondo di Pink Lady®, e lo stesso cliente ne diventa protagonista attraverso le attività e le interazioni che sono state ideate, quali la possibilità di vedere le immagini del suo albero nel momento della fioritura e uno speciale “segnalibro” da piantare. Inoltre, i “genitori” adottivi degli alberi di mele potranno anche raccogliere, a fine ottobre 2020, le mele del proprio albero e con l’occasione incontrare uno dei 1.900 produttori di Pink Lady® in Italia.

Grazie a “Adotta un Albero”, Pink Lady® ha voluto comunicare al consumatore temi quali l’attenzione all’ambiente, il contesto produttivo e la naturalità del prodotto, in modo da rendere sempre più efficace e viva l’esperienza d’acquisto della mela. Numerose altre attività sono dedicate nel corso dell’anno alla diffusione di questi valori. Si pensi al l’operazione BeePink a protezione delle api nel frutteto, o ancora alle iniziative speciali realizzate con i Produttori presenti nei punti vendita.
Il più importante tra tutti i progetti è certamente la Carta degli impegni di Pink Lady®, un documento programmatico, presentato ufficialmente dall’Associazione Pink Lady® Europe lo scorso febbraio a Berlino, in occasione di Fruit Logistica 2020, che fissa i quattro pilastri fondamentali dell’impegno concreto di Pink Lady® per la sostenibilità: essere un operatore responsabile difronte alle sfide ambientali; impegnarsi nel promuovere il progresso di tutti gli attori della filiera; rendersi protagonista dello sviluppo economico e sociale dei territori di produzione; consolidare la fiducia e la vicinanza con i propri consumatori.

Un modo coinvolgente per Pink Lady® di rendere i propri consumatori non solo parte attiva della trasformazione sostenibile del brand, ma anche di condividere con loro i prossimi traguardi da raggiungere.

(Visited 35 times, 1 visits today)

Scrivi un Commento