Carton_Pack_topnewsgenerali_04/07-18/07

Pace tra Governo e produttori di uva pugliesi

E dopo l’accordo è stato approvato il decreto sugli interventi urgenti in agricoltura


Pace fatta tra Governo e agricoltori pugliesi sulla questione uva. Nella tarda serata di lunedì 29 agosto, presso la Prefettura di Bari, è stato infatti raggiunto un accordo tra il Ministro delle Politiche Agricole Giovanni Alemanno e le associazioni di produttori di uva delle province di Bari e Foggia, che nei giorni scorsi avevano occupato le strade e i binari ferroviari per protestare contro i prezzi troppo bassi che venivano loro corrisposti. Dopo oltre 6 ore di trattative, la pace siglata tra Alemanno e i rappresentanti regionali delle organizzazioni di categoria Coldiretti, Confagricoltura, Cia, Eurocoltivatori e Copagri prevede 5 punti, in cui viene fissato tra l’altro a 12 euro il compenso spettante al produttore per un quintale di uva da tavola. Il recente accordo ha già sortito i primi effetti. Oltre ad essere stato salutato con una moderata soddisfazione da Giacomo Suglia, presidente dell’Associazione Pugliese Trasportatori Ortofrutta, che ha dichiarato: “L’intervento del Ministro è stato importante, anche se il problema dell’ortofrutta rimane strutturale soprattutto a causa dei costi di produzione e di trasporto, per cui occorre incentivare gli acquisti”, qualcosa si è mosso anche a livello istituzionale. E’ infatti di venerdì 2 settembre la notizia che il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legge sugli interventi urgenti in agricoltura per fronteggiare le crisi di mercato. In particolare, con tale iniziativa il Governo intende consentire agli agricoltori di beneficiare di aiuti di Stato “de minimis”, ovvero senza specifica autorizzazione dell’Unione Europea, per agevolare i contratti dei produttori italiani di uva.

(Visited 5 times, 1 visits today)