superbanner mobile
VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic

Piccoli frutti hi-tech

Sant’Orsola estende l’uso dell’informatica per ottimizzare i conferimenti

L?associazione dei produttori agricoli Sant?Orsola, una delle maggiori realtà italiane nella produzione e commercializzazione dei piccoli frutti (fragole,fragoline,ciliegie, mirtilli, lamponi, more, ribes e uva spina) con sede principale a Pergine Valsugana, per fine 2005 ha in programma di collegare con una rete wireless i 21.000 mq di magazzini coperti e i 26.000 mq scoperti per poter condividere dati e informazioni in tempo reale da tutte le sedi. Fra gli obiettivi vi è anche quello di risparmiare tempo e risorse soprattutto nelle ore mattutine, quando i soci consegnano il proprio raccolto e vi è la necessità di inserire ed elaborare una grand quantità di dati in pochissimo tempo. Lo sviluppo di questo tipo di infrastruttura ha permesso di migliorare i processi interni dal punto di vista della rapidità e della precisione. Le attività manuali relative alla trascrizione e al passaggio delle informazioni sono state ridotte al minimo, in modo da diminuire la possibilità di errore ed aumentare la conoscenza disponibile sul prodotto e sui clienti. L?azienda ora intende ampliare i magazzini con la revisione di tutti i processi logistici. L?obiettivo è quello di automatizzare l?intero ciclo di produzione e di ottimizzare i flussi di lavoro, rinnovando fra l?altro, anche la catena del freddo che garantisce la conservazione della frutta sino al punto vendita.

A partire dal 1996 Sant’Orsola ha adottato una soluzione Erp (Enterprise resource planning) basata sulla creazione di moduli ad hoc per la programmazione della produzione dei soci, la gestione dei conferimenti di frutta, lo stoccaggio, il controllo della lavorazione tramite impianti a controllo numerico, le vendite, la gestione delle piante, delle materie prime, delle scorte agricole e le attività amministrative e contabili.

(Visited 12 times, 1 visits today)
superbanner