InterpomaTopNews_1-22ott
Reparto Ortofrutta

Ortofrutta confezionata, in Gdo vale 3 miliardi

Nuova tavola interattiva di Italiani.Coop, il sito dell’ufficio studi di Coop. Cosa mettono gli italiani nel carrello? L’ortofrutta confezionata vale poco più del 5% delle vendite complessive in GDO

Una grande attenzione per il fresco, così come per la cura della casa e della persona. E poi bevande, cibo per animali domestici e mondo del freddo e dell’ortofrutta. Composito e articolato, come è normale che sia, il carrello della spesa degli italiani così come emerge dal nuovo lavoro di italiani.coop, il sito-portale dell’ufficio studi di Coop che indaga le abitudini degli italiani.

Nella nuova tavola interattiva è possibile vedere, diviso per categorie merceologiche, cosa hanno comprato gli italiani nel 2016 nel mondo della grande distribuzione organizzata in Italia (Elaborazione Italiani.Coop su dati Nielsen) sul fronte dei prodotti appartenenti al largo consumo confezionato (LCC).

Per quanto riguarda le vendite di ortofrutta, nel 2016 in Gdo sono state pari a quasi 3,1 miliardi di euro, pari al 5,2% del totale delle vendite nel largo consumo confezionato.

Per quanto riguarda le verdure, in cima troviamo un segmento nel quale la Gdo ha un predominio pressoché assoluto come quota di mercato, vale a dire quello della verdura di IV gamma: poco più di 723 milioni di euro le vendite l’anno scorso. Poi pomodori (277 mio) e le patate (267 mio).

Sul fronte frutta, invece, in cima troviamo le fragole (187 mio), a conferma dell’amore dei consumatori italiani per un frutto che, grazie anche a molta innovazione dal unto di vista parietale e di packaging presente sul mercato negli degli ultimi anni, è riuscito a diventare una delle categorie più importanti del reparto ortofrutta. Poi arance (175 mio), limoni (158 mio) e mele (114 mio).

Per analizzare la tavola interattiva clicca qui

1 Commento

Scrivi un Commento