InterpomaTopNews_1-22ott
mytropical

Frutta esotica, consumi in trend positivo nella UE a 28

FruttaEsotica_Consumi_UE
Redazione
Autore Redazione

Cresce il consumo di frutta esotica in Europa. Italia al terzo posto, dietro UK e Germania, pari all’11% del complesso UE 28 nel 2016. Il punto della situazione con i dati del CSO Italy

Nella UE a 28, il consumo di frutta esotica mostra negli ultimi anni una crescita costante. A evidenziarlo sono rilevazioni del CSO Italy.

“Nell’ultimo decennio il consumo apparente di frutta esotica nei paesi della UE a 28 è stato mediamente di oltre 6.200.000 tonnellate, passando da circa 5.600.000 tonnellate del 2007 alle oltre 7.300.000 tonnellate del 2016 (ultimo anno per cui sono disponibili al momento statistiche complete).

I paesi che maggiormente consumano frutta esotica sono: il Regno Unito con il 20% del totale, seguito a breve distanza dalla Germania al 18% (anno 2016). Mediamente gli inglesi consumano circa 1.300.000 tonnellate l’anno di frutta esotica, mentre la Germania 1.200.000 tonnellate (media 2007/2016). Al terzo posto si colloca l’Italia, che rappresenta l’11% del complesso UE 28 nel 2016″.

“Negli ultimi dieci anni – prosegue il CSO – la media del consumo italiano è di circa 760.000 tonnellate. La Francia rappresenta il 9% del totale UE 28 nel 2016, ma la richiesta media nell’ultimo decennio è di 560.000 tonnellate; l’Olanda è al 5% del totale UE 28 nel 2016, ma durante il periodo di rilevazione (dal 2007 al 2016, n.d.r.) il consumo medio è stato di quasi 270.000 tonnellate. Per tutti e cinque i paesi c’è stato un maggior consumo nel tempo, più evidente negli ultimi quattro/cinque anni. L’incremento si registra comunque anche in quasi tutti gli altri paesi della UE a 28: tra i maggiori aumenti c’è la Polonia, il Belgio, la Finlandia e la Lituania, mentre solo alcuni paesi, come Danimarca, Irlanda e Ungheria, evidenziano una contrazione nel tempo”.

Per effettuare l’indagine citata, all’interno del macro gruppo “frutta esotica” sono state incluse le seguenti specie: noci di cocco fresche nel guscio interno (endocarpo), banane platano fresche, banane fresche (escl. platano), datteri freschi o secchi, ananassi freschi o secchi, guaiave, manghi e mangostani freschi o secchi, papaie fresche, durian freschi, tamarindi, frutta di acagiù, frutta di jack, litchi, sapotiglie, frutti della passione, carambole e pitahaya freschi.

Scrivi un Commento