Interpoma_topnews_1ago-11sett
Trend e Mercati

Assomela. Vendite a ritmo elevato, chiusura campagna entro fine estate

Avatar
Autore Redazione

Bene tutte le varietà, con record per le Granny Smith. Ridotto del 45% l’aumento produttivo del 2014

Buone notizie dal mercato melicolo nazionale. Vendite superiori a quelle della passata stagione e piano di decumulo delle giacenze in linea con le previsioni, nonostante l’abbondanza produttiva. È quanto comunica il comitato marketing di Assomela, il Consorzio delle Organizzazioni di Produttori di mele italiani che rappresenta l’80% della produzione melicola nazionale. Dalla partenza della stagione commerciale sono state vendute complessivamente 967.231 tonnellate, + 17% (pari a 39.143 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2013/2014. “Considerato che l’aumento di produzione per quanto riguarda le mele da tavola è stato esattamente del 17% si può affermare che il trend di vendite è perfettamente in linea con l’obiettivo di chiusura della campagna commerciale corrente entro fine estate” afferma Assomela nella sua analisi.

Scendendo nel dettaglio delle principali varietà, bene l’andamento del gruppo Gala (239.945 tonnellate vendute contro le 204.136 dell’anno passato) e giacenza che terminerà entro fine aprile. Bene i volumi di vendita anche per il gruppo Red delicious, (+48%, 121.772 tonnellate collocate al 01 febbraio contro le 81.898 del 2014, della Fuji (+24%, 69.240 tonnellate vendute rispetto alle 55.827del 2014) e per la Golden delicious (+10% pari a 316.769). Sorpresa invece per quanto riguarda la Granny Smith: “record di vendite, con 68.845 tonnellate esitate nella stagione corrente contro le 46.210 dello stesso periodo nell’anno 2014 (+ 49%)“. Bene, infine, anche il comportamento per la varietà Braeburn, che si porta a 53.004 tonnellate di giacenza, circa 1.000 in meno rispetto al 2014.

In conclusione, afferma Assomela, “L’elevato ritmo di vendita porta la giacenze totale di “mele da tavola” alla data del 01 gennaio 2015 a 1.186.513 ton., superiore del 17% rispetto alla stessa data dell’anno precedente. Questo trend ha consentito di ridurre di circa il 45% l’aumento di volume di mele disponibili tra il raccolto 2014 ed il raccolto 2013, che passa da 307.418 a 168.275 ton.”.

(Visited 16 times, 1 visits today)