MyfruitTV_slider_26lug-31ago
Reparto Ortofrutta

MD, più e-commerce e 1000 punti vendita entro il 2023

MD_Sardegna_Samugheo
Redazione
Autore Redazione

Tutti gli obiettivi da qui ai prossimi 5 anni del secondo player del mondo discount in Italia presentati durante l’ultima convention annuale

Crescere, innovarsi e rinnovarsi. Sono sempre più ambiziosi gli obiettivi di MD, uno dei più dinamici player della distribuzione moderna presenti in Italia, secondo attore come quota di mercato nell’universo discount. A margine della convention annuale che si è tenuta lunedì 16 settembre a Napoli al Teatro San Carlo, il fondatore e patron Patrizio Podini ha illustrato le prossime tappe che caratterizzeranno la crescita dell’insegna da qui ai prossimi 5 anni.

Anna Campanile Patrizio Podini Antonella Clerici

Da sinistra: Anna Campanile, direttrice marketing MD, Patrizio Podini, fondatore e presidente di MD, e Antonella Clerici, testimonial dell’azienda, durante la Convention di Napoli

Il primo obiettivo riguarda il numeri dei punti vendita. Dagli attuali 780 entro il 2023 si arriverà a 1000, con un ritmo di aperture di 35-40 all’anno in tutta Italia. Per quanto riguarda il fatturato i tassi di crescita dovranno attestarsi tra l’8/10% annuo, ” che lasciano prevedere un incremento nello stesso periodo di + 1,2 miliardi di fatturato di vendite lorde sul 2019 (2,7 miliardi di Euro)”. Proseguire sul fronte dell’innovazione e la modernizzazione dei negozi iniziata nel 2016 che prevede anche il completamento generale del percorso verso l’eco-sostenibilità. “Oltre 9.700 pannelli solari da anni rendono la sede di Gricignano d’Aversa energeticamente autosufficiente – afferma l’azienda – in tutti i centri logistici sono state introdotte innovazioni capaci di un sensibile risparmio energetico; crescerà il numero di mezzi green nel parco vettori che serve gli attuali 780 punti vendita MD, già da tempo illuminati da luci LED di ultima generazione. Tutti i fornitori MD saranno coinvolti in questo processo di riconversione all’ecosostenibile con cassette di plastica riciclabili e in comodato d’uso per l’ortofrutta, ad esempio, mentre da dicembre 2019 saranno banditi dagli scaffali tutti i prodotti d’uso comune in plastica non riciclabile.

Per quanto riguarda la logistica, entro dicembre 2021 è previsto il completamento del nuovo polo Cortenuova: 91.000 m2 a cui si aggiungono i 30.000 m2 equivalenti del silos alto 32 metri e completamente automatizzato. “Con una capienza di 50.000 pallets, posto nella posizione strategica a pochi km dall’asse viario della Bre-Be-Mi, diventerà il polo logistico più grande di MD, in grado di incidere profondamente su tempi, costi e impatto ambientale della movimentazione delle merci, perfettamente funzionale anche allo sviluppo dell’e-commerce.

Infine, l’e-commerce. Per ora i risultati, solo per quanto riguarda il no food, vengono giudicati buoni, ma in previsione ora c’è anche la vendita di prodotti alimentari che, secondo l’azienda “in 15 anni dovrebbe assorbire il 15% del volume di vendite alimentari della GDO”.

(Visited 129 times, 1 visits today)