Cultiva_SuperMobile_12ago-4sett
Interpoma_topnews_1ago-11sett
Reparto Ortofrutta

Austria. Più concentrazione dopo il fallimento di Zielpunkt

Zielpunkt
Avatar
Autore Redazione

Il punto di Der Standard sulla distribuzione alimentare in Austria dopo il fallimento di Zielpunkt. Troppa concentrazione nelle mani di pochi attori.

Dopo la richiesta di fallimento presentata lo scorso dicembre dalla catena Zielpunkt – una decina di punti vendita sono stati acquisiti recentemente da Hofer Kg, consociata di Aldi Süd – in Austria si assiste ad un ulteriore concentrazione del mercato alimentare nelle mani di pochi attori.

Ad analizzare lo scenario presente al momento nel mercato alimentare in Austria è Der Standard, che fa il punto dopo il fallimento di Zielpunkt: una catena di supermercati che deteneva una quota marginale del mercato austriaco (solo il 3%), ma la cui scomparsa genera un ulteriore concentrazione nelle mani di pochi attori nel paese.

Grandi catene come Rewe, Spar, Hofer e Lidl controllano in Austria circa il 70% dell’intero commercio di prodotti alimentari, una percentuale che si riscontra solo nei Paesi scandinavi e in Belgio. Negli ultimi 10 anni, secondo l’analisi di Der Standard, il numero dei punti vendita in Austria è calato del 15%, mentre il fatturato è cresciuto, nello stesso periodo, del 30%. Anche la concentrazione delle filiali risulta essere più alta rispetto ad altri paesi: in Austria vi sono 441 punti vendita per ogni milione di abitanti, in Germania solo 337.

Un tema molto sensibile tra i consumatori austriaci è quello del prezzo dei prodotti alimentari, decisamente superiore rispetto a Paesi come l’Italia e la Germania. Secondo gli esperti la causa di ciò dipenderebbe dalla bassa percentuale di prodotti a marchio del distributore, che occupano una quota del 29%.

La situazione di oligopolio presente in Austria nel mercato del commercio alimentare – ma non solo – conclude Der Standard, rappresenta un problema ancora irrisolto e le cause sarebbero da cercare in un ritardo dell’adeguamento della legislazione nazionale sulla concorrenza rispetto agli standard europei.

Fonte news: Der Standard via ICE Vienna

(Visited 93 times, 1 visits today)
superbanner