Interpoma_topnews_26set-16ott
Prodotti

Finocchio di Isola di Capo Rizzuto, new entry nelle Igp calabresi

Avatar
Autore Redazione

Presenza importante nei mercati ortofrutticoli italiani, fa ora parte della lunga lista delle indicazioni geografiche

Sono tanti i meriti del finocchio di Isola Capo Rizzuto, prestigiosa new entry nel novero delle perle Igp della Calabria.

Dalla sua il prodotto, la cui indicazione geografica protetta è stata approvata dalla Commissione europea e consacrata con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del disciplinare per il riconoscimento dell’Indicazione geografica, può vantare anche una proprietà che consente di regolarizzare l’intestino e sgonfiare la pancia.

Origini lontane

L’ortaggio principe di un vasto comprensorio che si estende tra le province di Catanzaro e Crotone e la cui coltivazione secondo alcuni ha origini dai tempi della Magna Grecia, ha il proprio luogo di elezione lungo una fascia territoriale che comprende i comuni di Botricello e Belcastro, di Mesoraca, Cutro, Isola di Capo Rizzuto, Crotone, Rocca di Neto e Strongoli.

Le prime commercializzazioni del Finocchio di Isola Capo Rizzuto rimandano agli inizi del Novecento ma solo dagli anni ’50 è diventato una presenza importante nei mercati ortofrutticoli italiani, principalmente nel periodo che va da novembre a maggio (ma si sta lavorando per un allungamento della stagione di raccolta). Un prodotto che può vantare grandi estimatori. Uno di questo è stato Bernardo Caprotti, il patron di Esselunga, che ne celebrò le doti. La coltivazione che data nella regione da almeno 160 anni, occupa circa cinquemila ettari di fascia ionica fino a 200 metri sul livello del mare.

Caratteristiche particolari

Aroma e consistenza priva di filamenti sono le sue caratteristiche principali. A livello culinario sono numerose le possibilità di utilizzo: si può gustare crudo a inizio o a fine pasto. Ma anche cotto non sfigura; c’è anche chi ne trae creme e vellutate e può essere gustato anche gratinato. “Le condizioni climatiche particolarmente miti di questa regione durante i periodi invernali e primaverili – segnala la Commissione Ue – favoriscono una crescita vegetale relativamente limitata e un basso contenuto di sostanza secca che ne determinano un finocchio croccante e succulento dotato di particolari caratteristiche gustative e organolettiche”. La nuova denominazione Finocchio di Isola Capo Rizzuto entra dunque a fare parte dell’elenco dei 1.589 prodotti agricoli già protetti.

Fonte: Ansa

(Visited 36 times, 1 visits today)