Carton_Pack_topnewsgenerali_04/07-18/07
Prodotti

Il carciofo spinoso sardo tenta la Svizzera di Lugano

carciofo
Avatar
Autore Redazione

Il prodotto simbolo della Sardegna al centro della rassegna di cucina

Il Carciofo spinoso di Sardegna Dop  vola in Svizzera, a Lugano per la nona edizione del festival Sardegna in rassegna, rinnovando una  formula che ha visto negli anni un costante incremento di pubblico.

La rassegna,  si inaugura il 19 marzo  durerà sino al 3 aprile, offre agli svizzeri di assaggiare ed apprezzare le migliori produzioni agroalimentari sarde. Ogni giorno nel ristorante L’argentino verranno serviti piatti a base di prodotti sardi, con il carciofo spinoso di Sardegna Dop accompagnato  all’Olio extra vergine d’oliva Sardegna Dop.

“Un modo – spiega Carlo Cherchi, direttore del Consorzio di tutela del carciofo spinoso di sardegna Dop “per far conoscere la bontà dei nostri prodotti, carciofo in primis ma non solo, con una bella sinergia con altri produttori e prodotti a indicazione geografica, come l’Olio evo Sardegna Dop”.

L’evento con il carciofo spinoso protagonista

Il carciofo spinoso lavorato

Sardegna in rassegna si svolge nella  location del ristorante L’Argentino, a Lugano Breganzona dal 1979, proprietà di Salvatore Nieddu, nato e cresciuto a Lugano, figlio di ristoratori sardi,  ambasciatore della cultura gastronomica sarda in terra svizzera. La manifestazione vede al timone la chef Angela Murgia del Consorzio del carciofo spinoso di Sardegna Dop  insieme allo chef  Simone Barraco del ristorante L’Argentino.

“Il menu che proponiamo agli ospiti svizzeri – spiega lo  chef Angela Murgia – comprende antipasti di ogni tipo, declinati con il carciofo spinoso sardo: carciofi in purezza, in pairing con il pesce, come con il muggine affumicato di Cabras della cooperativa Mare Pontis, con il polpo, i molluschi, l’agnello sardo, con il pecorino del caseificio della cooperativa di Nulvi. Nell’antipasto vegano, chiamato Mosaico, il carciofo viene declinato nelle sue mille consistenze: crudo in insalata, fritto, sottolio, in crema, candito e come farcia del raviolo fritto. Un modo per valorizzarlo a trecentosessanta gradi”.

Fonte: Consorzio Carciofo spinoso di Sardegna Dop

(Visited 81 times, 1 visits today)