Cultiva_SuperMobile_12ago-4sett
Interpoma_topnews_1ago-11sett
Politiche agricole

Risarcimento danni da calamità, l’accelerata dell’Emilia Romagna

Avatar
Autore Redazione

La Regione anticipa 23 milioni. Mammi e Calvano: “Garantiamo sostegno e liquidità in un momento complesso”

Accelera la liquidazione dei risarcimenti danni subiti dalle imprese agricole emiliano-romagnole colpite dalle gelate del 2020.

Questo, già a partire da agosto, grazie a una anticipazione di 23 milioni della Regione delle risorse statali, che ammontano complessivamente a 28 milioni per l’Emilia-Romagna, per gli indennizzi alle imprese agricole che hanno subito danni alle produzioni causati da gelate e brinate e provocati dalla maculatura bruna.

Il via libera a luglio

Anticipazione che sarà resa possibile dopo l’approvazione dell’assestamento del bilancio di previsione 2022 di cui è in corso l’iter, che si concluderà con il via libera dell’aula dell’Assemblea legislativa previsto entro il prossimo luglio.

“La Regione si impegna ad anticipare alle imprese agricole gli indennizzi per le gelate 2020 che devono ancora arrivare dallo Stato – dicono gli assessori regionali Alessio Mammi (Agricoltura) e Paolo Calvano (Bilancio) – Uno sforzo finanziario che verrà ratificato con il prossimo assestamento di bilancio. Si tratta di una boccata d’ossigeno importante per gli agricoltori dell’Emilia-Romagna alle prese anche con gli effetti dei rincari dovuti alla guerra. Il nostro obiettivo è garantire la liquidità dovuta, per favorire il reddito d’impresa e i posti di lavoro nel comparto agricolo e agroalimentare”.

A oggi, a fronte di 2.172 richieste, sono già stati resi disponibili oltre 13 milioni di oltre 12 già liquidati. Ulteriori pagamenti garantiti dalla Regione riguardano 1,9 milioni per la maculatura bruna (159 domande presentate) e sono disponibili 532mila euro per danni alle strutture dovuti a maltempo-calamità (22 domande presentate).

La situazione indennizzi

A questi 28 milioni (frutto dell’intesa della Conferenza Stato Regioni sul riparto delle risorse previste dalla Legge di stabilità, che ammontavano in tutto a 70 milioni) si aggiungono 52,3 milioni di indennizzi previsti dal decreto sostegni per far fronte ai disagi da gelate tardive della scorsa primavera,13 milioni per le gelate del 2020 e 11,5 milioni di fondi per i danni da cimice asiatica. In totale gli indennizzi nazionali per il settore ortofrutticolo regionale ammontano a quasi 105 milioni.

Il commento di Coldiretti

“Esprimiamo il nostro apprezzamento per la decisione da parte della Regione Emilia-Romagna di anticipare 23 milioni per la liquidazione dei risarcimenti alle imprese agricole colpite dalle gelate del 2020″, ha commentato il presidente di Coldiretti regionale Nicola Bertinelli.

“Le richieste di risarcimento effettuate da parte delle aziende danneggiate sono oltre 2.100 – ha aggiunto il direttore di Coldiretti Emilia Romagna, Marco Allaria Olivieri – l’anticipo garantito oggi è un segnale importante di come il lavoro svolto di concerto con le istituzioni aiuti a tutelare gli imprenditori le cui aziende negli ultimi tre anni hanno dovuto fare i conti con le conseguenze dei cambiamenti climatici, gli attacchi della cimice asiatica e le conseguenze della pandemia”.

Fonte: Regione Emilia Romagna – Coldiretti

(Visited 36 times, 1 visits today)
superbanner