vog_topnews_07set-02nov
Packaging e Tecnologie Focus del mese

Sormapeel di Sorma Group: l’imballaggio ultra-leggero e riciclabile

Pesa meno di una moneta da un centesimo ed è pratico, economico ed eco-friendly. Mercadini: “Sono numerose le insegne della Gdo interessate”

Si chiama Sormapeel ed è la nuova linea di packaging di Sorma Group. Linea che sembra offrire vantaggi concreti a tutta la filiera ortofrutticola, dal confezionatore, al consumatore finale, passando per la grande distribuzione e arrivando fino a chi si occupa del recupero di plastica e carta. Applicabile a tutta la linea di macchinari Sorma adibiti al confezionamento di frutta e verdura, promette una serie di vantaggi tra cui la visibilità del contenuto, la traspirabilità del prodotto, la resistenza del packaging stesso.
Non solo: Sormapeel è il pack amico dell’ambiente: “In un momento storico in cui è in corso un ampio dibattito sui polimeri plastici e il loro futuro – esordisce Andrea Mercadini, Ceo del Gruppo – Sorma offre una soluzione che tiene conto degli aspetti più diversi in termini di packaging: praticità, economicità e recuperabilità. E la convivenza di questi aspetti la rendono una soluzione concreta, che davvero può essere pensata per tutte le linee di prodotto, e non solo per una piccola selezione di categorie specifiche, come il bio. Una soluzione talmente innovativa, peraltro, per cui è in corso l’ottenimento del brevetto”.

Per quanto riguarda la commercializzazione della nuova linea, sono già numerose le insegne della Gdo che si sono interessate al nuovo prodotto.

L’innovazione in una banda di carta

Per dirla con le parole del Ceo, cuore dell’innovazione eco-friendly è l’introduzione di una banda di carta “spellicolabile” – da qui il nome “Sormapeel” – il che significa facilmente rimovibile da parte del consumatore, il quale potrà riciclare separatamente e velocemente la carta e la plastica. Quanto a quest’ultima, Sorma tiene a fare una precisazione: “La componente in plastica del nostro pack è mediamente inferiore di oltre il 50% rispetto a un imballaggio tradizionale – spiega il Ceo – Inoltre è completamente riciclabile: in monomateriale, o tutta in PE (polietilene ad alta densità) o tutta in PP (polipropilene), rende ancora più semplice e immediato il recupero del materiale”.

Tornando alla banda di carta, sono numerosi i vantaggi a essa legati: oltre a conferire robustezza, permette di utilizzare un film plastico più sottile del 70% rispetto alla norma, poiché la carta funge da protezione al sottilissimo strato di plastica che compone il film.

Grazie quindi al minor contenuto di plastica e alla sostituzione parziale con la carta, la linea “Sormapeel” risulta ultra-leggera: pesa meno sia delle versioni in poliaccoppiato eterogeneo non riciclabile, sia di quelle in monomateriale. Nella pratica, il formato da un chilogrammo di Sormabag ha un peso inferiore rispetto a una moneta da 1 centesimo, ed è più leggero delle retine a clip, che pesano 2,88 grammi e che non sono riciclabili.

Un altro vantaggio, riguarda l’economicità della soluzione: “I costi – puntualizza il Ceo – sono simili a quelli della nostra linea standard”.

Il plus? E’ facile da riciclare

Non ha dubbi il Ceo di Sorma: la scelta di utilizzare materiali il cui riciclo è già un’abitudine del consumatore, è il valore aggiunto della nuova soluzione peckaging: “Abbiamo utilizzato materiali di largo consumo – continua Mercadini – il cui sistema di riciclo che sta a valle è  già consolidato. Il consumatore è in grado di gestire facilmente questi materiali ed è in grado di smaltirli in modo efficace, a differenza di altri materiali, come per esempio i prodotti compostabili. Al nostro interno, l’innovazione Sormapeel ha comportato un cambiamento nel processo produttivo, ma già da ora siamo in grado di rifornire con costanza tutti i clienti interessati”.

L’interesse della Gdo e l’attenzione all’economia circolare

Per quanto riguarda la commercializzazione, sono già numerose le catene della Gdo che si sono interessate a Sormapeel, e con alcune di esse l’azienda ha già avviato una fase di test nei punti vendita: “L’esito delle prove nei supermercati è molto interessante – spiega Mercadini – In generale, nei nostri mercati di destinazione, ma in primis in Italia, la richiesta è elevata, e questo dimostra che l’attenzione e la sensibilità del consumatore finale e del mercato nei confronti della sostenibilità è alta e crescente”.

“Da anni – conclude – noi di Sorma siamo impegnati nella ricerca di materiali innovativi e di soluzioni “amiche” dell’economia circolare, a nostro avviso sempre più necessaria per il rispetto delle risorse del nostro pianeta: con Sormapeel possiamo dire di avere vinto una difficile sfida contro il tempo e a favore dell’ambiente”.

(Visited 62 times, 1 visits today)