sorma_topnews_17giu-1lug
Tecnologie

Le mele bio scelgono il packaging in carta completamente “plastic free”

MeleBioPackagingCarta

Vog e Mela Val Venosta annunciano l’introduzione di vassoi in carta al 100%, senza utilizzo di film plastico nella parte superiore

Una scelta sicuramente coerente, in linea non solo con direttive europee che puntano ad una drastica riduzione della plastica, ma anche con le scelte che molte insegne della grande distribuzione stanno portando avanti. Nel giro di pochi giorni due grandi nomi della melicoltura italiana, vale a dire i due consorzi altoatesini VOG e VI.P, hanno annunciato infatti di aver sposato per le loro linee di mele biologiche dei nuovi vassoi in carta, incluso il coperchio.

La prima ad annunciarlo è stata, in contemporanea con l’avvio dell’ultima edizione di Macfrut, la cooperativa Biosüdtirol, associata a VOG, ieri invece il consorzio della Mela della Val Venosta. Obiettivo per entrambi: andare incontro alla domanda sempre più crescente di packaging completamente “plastic free”, che nel caso dei prodotti biologici e a lotta integrata diventa sempre più pressante da parte della Gdo e dei consumatori.

Nel caso della cooperativa del consorzio di Terlano sono partite le prime pedane in modalità test ad alcuni clienti: grazie ad una nuova linea di confezionamento è possibile realizzare foodtainer da 4 frutti in cartone che non hanno più bisogno dell’uso del film estensibile in plastica nella parte superiore del vassoio. ”I consumatori del biologico sono super sensibili a questo tema. Siamo contenti del risultato ottenuto, che valuteremo sulla base del feedback dei nostri clienti”, afferma Werner Castiglioni, direttore della cooperativa Biosüdtirol.

Bio Val Venosta ha annunciato di aver introdotto la stessa soluzione in questa seconda settimana di maggio 2019 – vassoi da 4 e 6 frutti – utilizzando la soluzione messa a disposizione dall’azienda altoatesina Frutmac, vale a dire Blitzmatic, presentata per la prima volta all’ultima edizione di Interpoma e successivamente rilanciata anche a Fruit Logistica (vedi qui la nostra intervista). “Si tratta di un pack riciclabile al 100% che offre innumerevoli vantaggi – spiega Gerhard Eberhöfer, responsabile vendite Bio Val Venosta –. È in mono-materiale, realizzato in cartone oppure in cartone con il 40% di carta d’erba ed è facilissimo da smaltire, infatti la presenza di un mono materiale lo rende adatto unicamente alla sezione “carta” della raccolta differenziata, senza dover affrontare divisioni di differenti materiali”.

Soluzioni che in entrambi i casi permettono anche di brandizzare la superficie fornendo ulteriori informazioni ai consumatori. Ci credono entrambi i consorzi altoatesini: Mela Val Venosta ha confermato 5 macchinari Blitzmatic di Frutmac, VOG con la nuova campagna melicola  afferma di voler essere pronte con ulteriori linee di imballo per vassoi da 4/6 frutti “100% cartone”.

Scrivi un Commento