Romagnoli_mobile_16/05-30/05
Aweta_topnewsgenerali_16/05-30/05
Nordovest_topnews_16/05-30/05
Myfruit

Il paese dei limoni: una monografia dedicata all’eccellenza italiana

“È una delle icone del bacino mediterraneo eppure il limone non era uno di noi. Lo è diventato”. In libreria il libro di Manuela Soressi

Si intitola “Il Paese dei limoni” ed è la prima monografia dedicata ai limoni italiani, un’eccellenza nazionale di cui non siamo consapevoli. “Siamo stati per secoli il paese dei limoni – spiega l’autrice, Manuela Soressi – e oggi abbiamo il record per produzioni tutelate (sette Igp), per le limonaie più a nord del pianeta (quelle del Garda) e anche per durata della produzione, visto che abbiamo limoni freschi 12 mesi l’anno”.

Dietro i limoni ci sono storie bellissime: hanno rappresentato per secoli una grande ricchezza (per Amalfi ad esempio), sono stati i terreni agricoli più redditizi d’Europa, hanno salvato i Borboni dalla bancarotta e i marinai dallo scorbuto, e hanno portato i sapori italiani nel mondo (dalle granite al limoncello, fino alla delizia al limone).

Oggi è quasi dato per scontato, eppure è un superfood dalle comprovate virtù salutistiche; è un alimento a spreco zero ed è un frutto sempre di stagione, perché in Italia matura lungo tutto l’anno. Sono sette i limoni italiani che si fregiano dell’Indicazione geografica protetta (Igp) e ognuno di loro esprime l’anima di un territorio, di cui ha contribuito a disegnarne il paesaggio e ne porta i sapori e i profumi in tavola. Questo libro propone un viaggio alla loro scoperta, raccontandone le caratteristiche uniche, rivelandone i diversi caratteri e offrendo tante ricette per valorizzare gusti e aromi.

Un’opportunità tutta italiana

La prefazione del libro è stata curata da Paolo De Castro, coordinatore del Gruppo S&D alla Commissione Agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento europeo.

Scrive De Castro: “Sono passati oltre duecento anni da quando Wolfgang Goethe, nelle missive dal Grand Tour, decantava le lodi delle italiche bellezze con i suoi paesaggi e la sua natura, l’arte e i prodotti della terra: tra questi, frutti come i limoni che il poeta e drammaturgo tedesco si meravigliava appunto di veder fiorire, da nord a sud, d’estate e d’inverno. Un primato iconografico che non può essere disperso, per motivi culturali e opportunità economiche.  Ora, non è questa la sede per ricordare le cause che hanno provocato il crollo produttivo di agrumi e limoni in particolare, portando l’Italia a non soddisfare più i consumi. La globalizzazione e la guerra dei prezzi sicuramente hanno pesato. Ma le responsabilità vanno cercate anche in casa nostra. E qui vale sottolineare la diffusa mancanza di aggregazione tra produttori, che non consente di concentrare e programmare l’offerta per realizzare adeguate economie di scala e garantire reddito agli agricoltori. Gli strumenti per raggiungere questi obiettivi ci sono. A partire dalle norme Ue, come il regolamento Omnibus entrato in vigore nel 2018, alla Politica agricola comune che incentiva i produttori ad associarsi e avere, quindi, maggiore potere contrattuale nelle diverse filiere produttive, tra cui l’ortofrutta. Il Paese dei limoni, pensato e scritto da Manuela Soressi, non è solo un libro da leggere: è un’opportunità di riflessione per tutti coloro che vogliono capire. E contribuire con la divulgazione a riscattare una ricchezza naturale tipicamente italiana“.

Come inizia

“È una delle icone del bacino mediterraneo eppure il limone non era uno di noi. Lo è diventato. È arrivato da migrante, si è presto naturalizzato ed è poi divenuto uno dei piú riconosciuti e apprezzati ambasciatori della nostra identità, della nostra
cucina, del nostro paesaggio”. Un frutto dalla storia avventurosa, quello che descrive Manuela Soressi, e sfogliando il libro si può leggere: Dalla pianta alla tavola… in 48 ore; A ogni stagione il suo limone; Ne facciamo di tutti i colori; Un frutto a spreco zero; non fatelo a pezzi. Fino alle schede dei fantastici sette: il Limone Costa d’Amalfi Igp (Il tesoro dei “marinai contadini”); il Limone Interdonato Messina Igp (Un frutto garibaldino); il Limone di Siracusa Igp (Il piú “trasformista” dei limoni italiani); il Limone Femminello del Gargano Igp (I limoni piú antichi – e longevi – d’Italia); il Limone di Sorrento Igp (Un agrume speciale, “sotto copertura”); il Limone di Rocca Imperiale Igp (Il re del limonene); il Limone dell’Etna Igp (L’invenzione del Verdello).

Dove trovarlo

Il paese dei limoni – Storie, profumi e sapori del re degli agrumi italiani” di Manuela Soressi – con ricette e immagini di Ramona Pizzano – è edito da Trenta Editore ed è acquistabile in libreria e su Amazon a 18 euro.

(Visited 344 times, 1 visits today)
superbanner