Carton_Pack_topnewsgenerali_04/07-18/07

Cresce il numero delle aziende biologiche, + 12%

Delle 60.509 aziende operanti nel settore biologico sono 122 le specializzate nell’import-export

Cresce a ritmo sostenuto il biologico in Italia

Sale a quota 60mila il numero di aziende operanti nel settore nel 2001 contro le 54mila dell’anno precedente (+12%).

——————————————————————————–

Il biologico in Italia conquista nuove posizioni. Secondo i dati forniti dagli organismi di controllo, aggiornati a tutto il 2001, sale a quota 60.509 il numero complessivo di aziende nazionali operanti nel settore, contro 54.004 dell?anno precedente, evidenziando una crescita del 12% su base annua.

Di queste, 56.440 sono imprese agricole, 3.947 industrie di trasformazione, e 122 aziende di import-export.

La superficie interessata, in via di conversione o già interamente coltivata a biologico, è di oltre un milione 230mila ettari e risulta in crescita del 19% rispetto al 2000. In particolare, questa estensione riguarda per il 32% i foraggi (398mila ettari circa), per il 18% i cereali (221.436 ettari), e, per la restante parte, prati e pascoli. Seguono le coltivazioni arboree, in particolare olivo, vite, agrumi, frutta e, a distanza, le colture orticole e industriali. Quanto alla ripartizione geografica del biologico, il 63% degli operatori è concentrato nelle regioni meridionali, contro il 21% operante al Nord e il 16% al Centro.

Riguardo alle produzioni animali, i dati forniti dagli organismi di controllo parlano di oltre 330mila bovini allevati secondo metodi biologici, 328mila ovicaprini, oltre 25mila suini e circa 650mila avicoli.

L?attività di controllo esercitata dagli organismi autorizzati dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e dalla Provincia Autonoma di Bolzano, conta 73mila visite ispettive, svolte attraverso l?analisi di oltre 7.300 campioni.

A tutto il 2001, sono state oltre 2mila le irregolarità segnalate e 1.367 le sanzioni applicate in via definitiva.

(Visited 10 times, 1 visits today)