webinar_pomodori_topnews_27/06-04/07

Mirtilli radioattivi a Mosca

Sequestrati 200 chili di frutti contaminati dal Cesio 137

Sequestrati a Mosca 200 chili di mirtilli radioattivi

I frutti provenivano da zone vicine a Chernobyl.

Il quotidiano moscovita “The Moscow Times” riporta oggi che la scorsa settimana sono stati sequestrati a Mosca circa 200 chili di mirtilli radioattivi in 10 diversi mercati cittadini. L’operazione rientra nel quadro delle attività volte a bloccare l’importazione di frutti provenienti dalle zone contaminate dal disastro di Chernobyl. I frutti in questione provenivano da Ucraina e Bielorussia, le zone più colpite dalla esplosione del 1986, e da un gruppo di regioni della Russia dell’ovest, ha rivelato Yelena Ter-Martosova, portavoce della Radon, l’osservatorio per la sicurezza nucleare di Mosca. I mirtilli risultano altamente contaminati dal cesium-137. Ter-Martosova ha affermato che i futti sono stati posti sotto sequestro prima che fossero posti in vendita, dal momento che i mercati ufficiali hanno l’obbligo di effettuare controlli sulla merce prima che questa venga posta in vendita. Dal 18 giugno ad ora sono stati posti sotto sequestro e successivamente distrutti 669 chilogrammi di mirtilli.

Traduzione: FruitEcom ©

(Visited 30 times, 1 visits today)