Carton_Pack_topnewsgenerali_04/07-18/07

Catania: conclusa l’indagine delle Fiamme Gialle

L’operazione “Ecuador 2” porta a 10 denunce

Con le banane un grisbì da 80 milioni di euro, Evasione colossale, conclusa l’inchiesta della Finanza

Oltre 142 mila tonnellate di banane importate illegalmente in Italia per un’ evasione di diritti doganali stimata in circa 81 milioni di euro. E’ quanto emerge da indagini della guardia di finanza coordinate dalla Procura, che hanno interessato, oltre all’ Italia, anche Francia, Belgio, Spagna, Portogallo e Principato di Monaco. Al centro dell’ inchiesta c’ è la società Ortofrutticola Acese di Acireale, che importava dall’ Ecuador le banane e le commercializzava nel centro e nel sud d’ Italia con il marchio ?Diamante?. Secondo l’ accusa, l’ azienda avrebbe utilizzato falsi certificati d’ importazione Agrim che consentono di non pagare il dazio alla dogana. Ogni Paese europeo ha una quota assegnata di Agrim, che non può essere superata. Le indagini delle fiamme gialle avrebbero permesso di accertare che la società siciliana sarebbe entrata in possesso di certificati falsificati di altri Stati d’ Europa. L’ inchiesta si è avvalsa della consulenza dell’ Olaf, l’ organismo anti frode della Commissione dell’ Unione europea e della collaborazione delle autorità giudiziarie di Francia, Belgio, Spagna, Portogallo e Principato di Monaco. Secondo quanto si è appreso l’ inchiesta sarebbe già alla fase finale e il procuratore aggiunto Vincenzo D’ Agata e i sostituti Fabio Scavone ed Antonino Fanara avrebbero già depositato, nell’ ufficio del Giudice per le indagini preliminari, la richiesta di rinvio a giudizio per cinque imputati, quattro catanesi e un importatore di Imperia. I particolari dell’ operazione, annuncia un comunicato della guardia di finanza di Catania, saranno resi noti stamani, alle 10.30, durante un incontro con i giornalisti nella sede del comando provinciale delle Fiamme gialle. L’inchiesta è iniziata due anni addietro allorchè nel porto venne perquisita una nave. Tutti pensavano che i finanzieri erano alla ricerca di armi e, invece, si trattava di un accurato controllo finalizzato alla colossale evasione internazionale. Che, all’epoca, portava un beneficio: le banane costavano meno. (d. c.)

http://www.gazzettadelsud.it/edizioni/catania/edz-ct.asp?ART=012

anche su Gazzetta di Parma, La Sicilia, La Padania

(Visited 213 times, 3 visits today)