webinar_pomodori_topnews_27/06-04/07

Generalfruit liquida i produttori per le pesche

I soci della cooperativa ravennate incasseranno 800/900 lire al chilo.

Generalfruit fa il prezzo delle pesche

I produttori di pesche e nettarine incasseranno da Generalfruit 800/900 lire al chilo.

Il prezzo è stato comunicato nel corso dell’assemblea degli associati alla cooperativa, leader nel ravennate. Il direttore Franco Albertini ha evidenziato il buon andamento commerciale di fragole, albicocche, susine, nettarine e pesche, due produzioni, queste ultime, molto importanti per l’agricoltura romagnola. Generalfruit comunque punta sull’allargamento dell’offerta con frutta proveniente dal Sud America.
«Il prezzo stabilito ? commenta Albertini ? conferma l’andamento tutto sommato positivo dell’annata anche se nella nostra zona non è mancata la grandine. Questa situazione favorevole di mercato è dovuta alla minor concorrenza spagnola, a causa della scarsità della produzione locale. Generalfruit ha inoltre accresciuto la quantità di prodotto biologico e di quello ad alto grado zuccherini». Per supplire alla carenza di manodopera la cooperativa di San Pietro in Vincoli ha dato lavoro quest’anno a 50 extracomunitari, di cui venti polacchi ospitati in strutture dell’azienda. «Un problema molto serio ? dice il presidente Giuseppe Bubani ? che va affrontato in sede locale a livello politico».

(Visited 11 times, 1 visits today)