Pink Lady_top news_10-23giu_2024
In sintesi

Patate, Milella: buon avvio per le novelle pugliesi

Avatar
Autore Redazione

L’inverno mite ha influito in modo positivo sull’accrescimento e sviluppo delle patate

La società agricola Milella, specializzata nella produzione e commercializzazione di ortaggi a foglia, patate, mini angurie e uva da tavola, nell’attuale stagione ha una superficie totale investita a patate pari a 80 ettari, il 75% dei quali destinato a patate a buccia gialla, mentre il restante 25% è sono a buccia rossa.

I primi quantitativi di patate novelle, malgrado il calo rispetto all’avvio del 2023, stanno consentendo di soddisfare le richieste degli operatori. Anche i prezzi di vendita segnano il 15-20% in più. Discrete quantità anche per le patate della varietà Arizona (buccia gialla), nell’attesa di partire, tra circa due settimane, anche con la cultivar Alouette (buccia rossa).

L’andamento climatico invernale straordinariamente mite ha influito in modo positivo sull’accrescimento e sviluppo delle produzioni dei trapianti più tardivi. Non sussistono complicanze in termini di attacchi fitosanitari nonostante la prematura esigenza di dover attingere ai pozzi artesiani per irrigare i campi, comportando così un aumento dei costi di produzione, ai quali si sommano i rincari per il procacciamento del seme, salito fino a 0,40-0,50 euro/kg, rispetto alla precedente stagione.

La società agricola Milella, con sede a Bari, commercializza il 90% delle patate nelle catene della Gdo e la restante parte nei mercati all’ingrosso e nei canali Horeca.

I clienti sono localizzati, in Italia, e sul mercato europeo: Belgio, Francia, Germania e Paesi Bassi. La merce viene conferita sia sfusa (in casse di legno e di cartone per mercati o ristoranti) sia confezionate in sacchi vertbag con peel di carta da 1,5 kg a 2,5 kg e in sacchi in rete/raschel da tre, quattro, cinque e 10 chili, destinati invece ai supermercati.

Fonte: Agenfood

(Visited 17 times, 1 visits today)