Syngenta_top news_16gen-5feb_2023
DOLE_top news 2_16gen-19feb_2023
In sintesi

Leni’s Bio: buone prospettive anche per il 2023

Avatar
Autore Redazione

Vog: “Il numero di consumatori attenti alla filiera produttiva della materia prima è in forte aumento”

Il 2022 si conferma un anno importante per il mercato bio, con una crescita esponenziale che fa ben sperare per il 2023 ormai alle porte. Tra i prodotti biologici più acquistati a scaffale troviamo sicuramente le bevande a base vegetale. Leni’s con le sue spremute realizzate con le mele bio del Trentino Alto Adige non fa eccezione, registrando un incremento di vendite significativo, sia in Italia che all’estero.

Una tendenza positiva favorita dal numero sempre crescente di produttori melicoli che convertono la loro coltura al biologico. La scelta è determinata prevalentemente dai maggiori benefici che ne derivano e che concernano sia le caratteristiche organolettiche del prodotto finale che la bontà naturale, decisamente superiore, ottenuta da un territorio più salubre e florido.

Anche il numero di consumatori attenti alla filiera produttiva della materia prima ha registrato un forte aumento. Tra gli attributi incentivanti sicuramente la provenienza e l’origine del prodotto: le mele da cui Leni’s estrapola il prezioso succo sono 100% italiane, maturate nei paesaggi montani e incontaminati del Trentino Alto Adige.

L’attenzione alla qualità di prodotti coltivati in modo naturale che garantiscono maggiori benefici alla salute è anch’essa un fattore determinante: le mele Bio accuratamente selezionate da Leni’s crescono senza l’utilizzo di sostanze chimiche, risultando ancora più saporite e ricche dal punto di vista nutrizionale.

Non da ultimo, l’impegno per la sostenibilità, ossia il rispetto della biodiversità, del terreno, degli animali e degli insetti che lo popolano e naturalmente degli agricoltori stessi, rimane tra i valori più impattanti alla base della cultura biologica: con i suoi prodotti Bio, Leni’s contribuisce alla valorizzazione e alla salvaguardia del territorio e di coloro che lo abitano.

“Secondo le statistiche forniteci da Assomela, la produzione di mele biologiche nel nostro paese fa segnare un nuovo record, sfiorando le 200mila, pari a più del 9% dell’offerta totale. Dati confortanti che ci spingono a proseguire con investimenti nel settore bio. Possiamo considerare i nostri prodotti 100% bio una vera rivelazione, prima tra tutti la Spremuta Bio Leni’s che registra un ampio apprezzamento tra il pubblico”, ha dichiarato Thomas Dalsant, key account dell’azienda.

Leni’s, marchio di Vog Products, leader della lavorazione della mela, propone una spremuta non filtrata, senza zuccheri aggiunti ottenuta da coltivazione biologica e prodotta nella tutela della natura e del suo ciclo. La Spremuta Bio Leni’s fornisce un’elevata quantità di proprietà nutrizionali sotto forma di succo dissetante dal gusto naturale e genuino. Anche la bottiglia in vetro in cui è custodita aiuta a preservare la qualità della frutta certificata bio.

“I nostri consumatori – ha aggiunto Dalsant – si aspettano prodotti certificati e sicuri. I prodotti Bio Leni’s sono tutti in possesso di certificazione rilasciata da Bioland, la più grande associazione per l’agricoltura biologica tedesca, nata per contrastare i danni derivati da industrializzazione, globalizzazione e dall’utilizzo di sostanze chimiche e nocive, a garanzia di qualità e rispetto per la natura e per la salute umana”.

Fonte: Vog Products

(Visited 26 times, 1 visits today)