In sintesi

Il crowdfunding di Biorfarm è già over

Biofarm
Redazione
Autore Redazione

La raccolta di capitali, lanciata per potenziare le attività del social-marketplace, supera la soglia dei 300mila euro nei primi dieci giorni

L’equity crowdfunding lanciato da Biorfarm a fine febbraio sulla piattaforma CrowdfundMe.it che punta a una raccolta di 800mila euro, in soli dieci giorni raggiunge e supera la soglia dei 300 mila euro, totale raccolto durante la prima campagna crowdfunding del 2018 in più di due mesi.

“Sicuramente non ci aspettavamo di raggiungere un così importante risultato in pochi giorni – commenta Osvaldo De Falco, founder e Ceo di Biorfarm – ma la campagna di crowdfunding è ancora aperta e noi puntiamo in alto. L’aspetto più gratificante è vedere che la maggior parte degli investimenti arriva dai nostri utenti. Se un cliente investe nella tua azienda scegliendo di diventarne socio vuol dire che sposa la causa per cui lavori, condivide i valori che rappresenti e percepisce tutta la passione trasmessa dall’intero team che lavora ogni giorno con dedizione.”Biorfarm, prima azienda agricola digitale in Europa fondata nel 2015 da Osvaldo De Falco e Giuseppe Cannavale, che permette a persone e aziende di adottare o regalare alberi da frutta, olivi, vigne e alveari, seguirne online la coltivazione naturale e ricevere a domicilio i prodotti biologici freschi, direttamente dai campi alla tavola, è oggi composta da 60 aziende agricole biologiche italiane e da 33mila utenti privati.

Un percorso di crescita e obiettivi raggiunti

Negli ultimi due anni Biorfarm ha chiuso importanti accordi commerciali con grandi aziende multinazionali coinvolgendo in azioni e progetti di sostenibilità attori come P&G, AXA, San Pellegrino e Tiffany. Biorfarm è stata inoltre inserita all’interno di importanti acceleratori europei come H-Farm, Agro-innovation Lab e Unicredit StartLab.

Il social-marketplace, nato con lo scopo di salvare la piccola agricoltura di qualità, con questa campagna si prefigge di continuare il proprio processo di crescita investendo nuove risorse nella promozione del proprio business, nell’ingresso di nuovi produttori/nuovi prodotti e nel test di nuovi modelli logistici che garantiscano maggiore efficienza e sostenibilità.

“Abbiamo bisogno di nuove risorse per continuare a crescere – sostiene Giuseppe Cannavale, co-founder di Biorfarm – soprattutto se vogliamo farlo come piace a noi ovvero prediligendo i nostri valori ambientali e sociali.  Vogliamo dimostrare che quanto fatto in questi tre anni con risorse limitate è solo l’inizio di una grande rivoluzione”

La campagna, lanciata da poco, resterà attiva sul portale Crowdfundme, sino a fine aprile. Ad oggi sono 151 gli investitori che fino ad ora hanno deciso di investire nel progetto almeno 500 euro per accaparrarsi quote della società. Di questi, fa sapere Biorfarm, più della metà fa parte della propria base clienti; un risultato interessante che dà ancora più forza all’attaccamento della community. Anche LifeGate, il più importante player italiano nel settore della sostenibilità, ha investito quest’anno in Biorfarm.

(Visited 138 times, 1 visits today)
MYTECH_bottomnews_30ott-30aprile