VOG_superbanner mobile_13mag-2giu_2024
Diletto castagne_top news frutta secca_18mar-26mag_2024
Giga_top news_13mag-9giu_2024
Frutta a guscio ed essiccata

Regione Emilia-Romagna: un bando per i castagneti

Avatar
Autore Redazione

C’è tempo fino al 30 aprile per presentare la domanda di finanziamento

C’è tempo fino al 30 aprile per presentare la domanda di finanziamento sul bando dedicato alla tutela e alla valorizzazione dei castagneti da frutto. L’iniziativa è della Regione Emilia-Romagna. A disposizione 270mila euro per la prima annualità di impegno (2024) e altrettante per ogni annualità fino al 2027.

Gli obiettivi

L’intervento vuole favorire lo sviluppo sostenibile e un’efficiente gestione delle risorse naturali come l’acqua, il suolo e l’aria, anche attraverso la riduzione della dipendenza chimica e contribuire ad arrestare e invertire la perdita di biodiversità, migliorare i servizi ecosistemici e preservare gli habitat e i paesaggi. Più nel dettaglio l’azione intende promuovere la cura e la gestione attiva dei castagneti da frutto, caratterizzanti i paesaggi rurali. La coltura del castagno da frutto riveste infatti un’importanza notevole, in molte aree collinari e montane, svolgendo un ruolo fondamentale, sia dal punto di vista paesaggistico che di presidio del territorio e di salvaguardia dell’assetto ambientale e idrogeologico.

I beneficiari

Possono usufruire degli aiuti: Imprenditori agricoli (agricoltori singoli o associati); enti pubblici gestori di aziende agricole ma anche altri soggetti pubblici o privati. Tutti i beneficiari devono essere iscritti all’anagrafe delle aziende agricole con posizione debitamente validata e aggiornata e possono essere ammessi ai sostegni finanziari unicamente se conducono direttamente, con regolare titolo di conduzione, le superfici oggetto di richiesta di sostegno finanziario.

Gli impegni

Vengono richiesti questi impegni: almeno un intervento annuale di ripulitura dalla vegetazione erbacea e arbustiva per il mantenimento o recupero della superfice a castagneto da frutto; asportazione annuale dei ricci, per evitare il diffondersi dei marciumi e l’aumento del potenziale di inoculo dei parassiti; divieto di utilizzo di diserbanti e spollonanti; sostituzione piante morte o deperienti nel rispetto delle misure di conservazione previste in applicazione delle direttive Habitat e Uccelli e di altre prescrizioni relative alle aree protette. Tutte le informazioni sul bando al link.

Fonte: Regione Emilia-Romagna 

(Visited 43 times, 1 visits today)
superbanner