sorma_topnews_17giu-1lug
Eventi

Agrumi protagonisti a Roma: show cooking, degustazioni ed esposizioni

ItaliaTerraDiAgrumi_Roma
Redazione
Autore Redazione

Tanti eventi nei mercati rionali della città e esposizione di piante e prodotti derivati nella due giorni prevista all’Aranciera di San Sisto

Fino al 30 marzo Roma ospiterà  il Festival “Italia terra di agrumi”, con il patrocinato dalla Presidenza dell’Assemblea Capitolina e partecipato dai maggiori Consorzi e Associazioni di settore nazionali, con il supporto del Centro Agroalimentare di Roma (CAR).

Tanti gli appuntamenti organizzati nei mercati rionali capitolini con esposizioni di piante e prodotti derivati nella due giorni prevista all’Aranciera di San Sisto. Tra gli obiettivi la promozione di una sana e corretta alimentazione e la valorizzazione di eccellenze ortofrutticole protagoniste del comparto agroalimentare italiano.

Quindici giorni di eventi per educare “al consumo di agrumi, offrendo ai cittadini la possibilità di scoprire piante pregiate e prodotti derivati all’Aranciera e di apprezzarne le caratteristiche in ambito strettamente culinario nei mercati” afferma Marcello De Vito, Presidente dell’Assemblea Capitolina.

Anche i mercati saranno protagonisti con degustazioni e show cooking.Sono realtà che abbiamo particolarmente a cuore, sulle quali abbiamo già investito oltre 9 milioni di euro – dichiara Carlo Cafarotti, Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale –, luoghi di coesione sociale e simboli di ‘romanità’, da rilanciare anche in chiave turistica con eventi di questo tipo”.

“Ogni iniziativa promossa per il territorio dai nostri Soci, in questo caso da Roma Capitale, non può che essere ben vista e perciò supportata e sostenuta dal Centro Agroalimentare Roma e per suo conto dalle Aziende che vi operano – commenta Fabio Massimo Pallottini, Direttore Generale del Centro Agroalimentare di Roma –. L’attenzione verso i nostri operatori e i loro clienti passa anche per l’impegno di dare corso ad iniziative importanti come questa”.

Scrivi un Commento