Ortomad_Superbanner mobile_30gen-5geb_2023
Syngenta_top news_16gen-5feb_2023
DOLE_top news 2_16gen-19feb_2023
Dalle aziende Eventi e Fiere

Fruit Logistica si avvicina, chi sarà a Berlino

Avatar
Autore Redazione

Le aziende italiane si preparano all’evento fieristico. Tante le novità tra gli stand

Si avvicina Fruit Logistica, la fiera internazionale dedicata al settore ortofrutta in programma a Berlino dall’8 al 10 febbraio. Molte le aziende che si preparano a partecipare, prosegue la carrellata di my.fruit.it. 

CP810 VW5, una nuova pesatrice per Sorma

Sorma Group è pronta a partecipare al più importante appuntamento fieristico internazionale per il settore ortofrutticolo con una novità dedicata al pomodoro a grappolo e con tutte le sue più recenti innovazioni per la lavorazione post raccolta e per il packaging.

In fiera a Berlino, dall’8 al 10 febbraio (stand C10, padiglione 2.1), il gruppo internazionale presenterà la pesatrice combinata CP810 VW5 pensata per risolvere le principali criticità del confezionamento del pomodoro a grappolo. Come ben noto agli operatori, la fase di lavorazione che richiede più tempo e manodopera è il caricamento del vassoio con la giusta combinazione di frutti per raggiungere il peso imposto richiesto dal cliente finale. “L’aspetto innovativo su cui si basa questa pesatrice – spiega Evert-Jan Wassink, responsabile vendite di Sorma Benelux – consiste nel supportare l’operatore nel completamento del vassoio parzialmente pre-riempito. In pratica, l’addetto riempie manualmente il vassoio con un numero parziale di prodotti; in base al peso, la macchina ricerca la migliore combinazione per raggiungere la grammatura minima garantita e posiziona le quantità man- canti di prodotto sulla linea in corrispondenza del vassoio da completare. La capacità performativa di CP810 VW5 raggiunge i 60 cestini al minuto e la rende un unicum sul mercato”.

La nuova pesatrice di Sorma Group è in grado di accogliere vassoi di massimo 30 centimetri di lunghezza e 20 di larghezza, consente un risparmio nella manodopera e un’ottimizzazione della produzione lorda vendibile di sei operatori risparmiati (con due linee affiancate), evitando sovragrammature. Disponibile dall’inizio di quest’anno, è già oggetto di vendite nei Paesi Bassi e in Italia.

“Il pomodoro è uno dei frutti più consumati al mondo – commenta Mario Mercadini, marketing manager di Sorma Group – ma il settore si trova ad affrontare un momento molto contraddittorio, caratterizzato, da un lato, da un aumento vertiginoso dei costi di produzione, soprattutto per quelle in serra che si è in parte riversato sui prezzi di vendita, dalla scarsità di manodopera disponibile, e, dall’altro, dal rischio concreto di una contrazione della domanda a causa dei rincari, quindi riuscire a comprimere i costi di lavorazione è fondamentale per restare competitivi”.

La pesatrice CP810 VW5 è inoltre molto indicata anche per l’uva a grappolo e può essere anche utilizzata per altri prodotti che per la loro forma non rotolano.

Sotto i riflettori di Berlino ci sarà inoltre HyperVision, la piattaforma tecnologicamente avanzata per la selezionatrice Sormatech, in grado di analizzare fino a 15 frutti al secondo, contro i 12 di media delle altre soluzioni presenti sul mercato. Il funzionamento di Hypervision si basa su nove telecamere per ciascuna linea della selezionatrice ottica, tre a colori e sei telecamere Nir (un metodo di analisi che sfrutta l’interazione della materia con le radiazioni del vicino infrarosso). La piattaforma acquisisce e analizza immagini iperspettrali sovrapposte sia nella regione visibile, sia Nir, per ogni frutto che ruota a 360 gradi sotto il sistema di ispezione. In questo modo garantisce la migliore precisione nella selezione in base a qualità interna, esterna, colore e forma.

Per presentare ai propri clienti e a tutti i visitatori professionali le innovazioni più recenti lanciate sul mercato, Sorma Group organizzerà inoltre presso il proprio stand due momenti informativi al giorno, durante i quali un manager dell’azienda mostrerà su schermo il funzionamento dei diversi macchinari e ne spiegherà le caratteristiche distintive. Maggiori informazioni sugli orari e sul programma degli incontri saranno disponibili sul sito del Gruppo.

Le eccellenze siciliane in fiera

Le eccellenze agrumicole siciliane Dop, Igp e bio saranno protagoniste della prossima edizione di Fruit Logistica, in programma a Berlino dall’8 al 10 febbraio prossimi. “Un unico stand che metta insieme il meglio delle produzioni nostrane e dei prodotti trasformati, e che presenti alle migliaia di visitatori internazionali, un progetto unico di filiera agrumicola siciliana”.

Lo dichiara la presidente del Distretto Produttivo Agrumi di Sicilia, Federica Argentati, nell’annunciare uno dei più importanti appuntamenti internazionali, dedicato all’ortofrutta e alla logistica agroalimentare, cui partecipa il Distretto Produttivo Agrumi di Sicilia all’interno dello stand C 40 Halle 4.2 dell’assessorato dell’Agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea della Regione.

“Non c’è dubbio che per parlare ed essere credibili non solo di fronte ai mercati e ai consumatori internazionali ma anche alla politica e alle istituzioni dobbiamo impegnarci tutti per lavorare insieme ad un progetto unico – spiega Federica Argentati – Da un lato si deve trasmettere la bontà delle nostre materie prime, e parliamo nello specifico delle Arance di Ribera Dop, e le Igp Arancia Rossa di Sicilia, Limone dell’Etna, Limone Interdonato, Limone di Siracusa, e una produzione biologica di tutto rispetto, e dall’altra è necessario che vengano riconosciuti soprattutto professionalità e know-how della nostra filiera agrumicola dalla produzione alla trasformazione, che riconduca ai parametri di qualità, serietà dell’azienda produttrice, ambiente di provenienza”.

“Come Distretto Produttivo Agrumi di Sicilia da 15 anni ci battiamo per sostenere i produttori e rafforzarne la capacità aggregativa, lavorando per una maggiore coesione e spirito di squadra tra imprese, consorzi di tutela, università, enti di ricerca, enti locali e istituzioni che sappiano guardare ad un’unica direzione per la crescita del reddito e del territorio, in una logica di inclusione sociale e cultura etica”.

“Siamo certi che la partecipazione all’evento di Berlino potrà rappresentare una buona opportunità- conclude – di affermazione e di sviluppo delle nostre aziende e dell’intero territorio siciliano”.

Robopac in grande spolvero

Robopac sarà presente al padiglione 6.1, stand A-42 con alcune delle migliori soluzioni di fine linea per l’industria alimentare. Un settore di primario interesse per Aetna Group e per le sue aziende, che da sempre dedicano risorse ed investimenti in ricerca e sviluppo per ottimizzare le proprie tecnologie e calibrarle sulle reali esigenze del mercato. Lo stand dedicato sarà presidiato dal personale specializzato Robopac, a disposizione per offrire consulenza e rispondere a tutte le domande dei visitatori sulle tecniche di processo e sulle tecnologie per ottimizzare al meglio le fasi di imballaggio.

Lo stand prevede la presenza del Robot S7, macchina semovente per l’imballaggio con elevata autonomia di confezionamento dotato di sistema di connessione R-Connect, che consente il controllo completo del funzionamento delle macchine e un supporto totale al cliente finale.

Si passa poi a Combitech 5845, la confezionatrice termoretraibile adatta all’imballaggio di prodotti di vario genere. Precisa e versatile, offre praticità e sicurezza di utilizzo per l’operatore, caratteristiche che ne determinano il vantaggio competitivo e una forte adattabilità produttiva.

A seguire Wrapman, l’ ideale per imballare carichi di qualsiasi peso, dimensione e forma, garantendo massima protezione e stabilità del carico. A Berlino si potrà vedere l’avvolgimento con film in rete, per prodotti che necessitano di traspirazione.

Per quanto riguarda la stabilizzazione dei carichi instabili, Robopac propone Masterwrap HD Plus XL, un’avvolgitrice semi-automatica dotata di braccio rotante.

Rotoplat 308 LP, la tavola rotante per l’avvolgimento di prodotti in verticale con film estensibile e basamento a spessore ridotto, grazie agli ingombri ridotti delle nuove rampe, è una soluzione salva spazio: consente di facilitare le operazioni di carico ed evitare urti accidentali con le forche del muletto.

Per finire, anche quest’anno non mancherà Recycle, la soluzione eco-friendly di ultima generazione dedicata allo smaltimento dei rifiuti. Con una riduzione pari al 70 % volume di partenza, questa macchina agevola il trasporto e la gestione del materiale di scarto.

Il lancio delle giornate di Noicàttaro dedicate all’uva da tavola

Fruit Logistica vedrà il lancio di una nuova iniziativa dedicata alla promozione dell’uva da tavola italiana e del suo principale territorio di produzione. Si tratta di ben quattro giornate, che si svolgeranno dal 23 al 26 luglio 2023, promosse dal Comune di Noicàttaro, nel sud Barese, unite da un titolo emblematico: Regina di Puglia e da un sottotitolo esplicativo: The Apulian Table Grape Network, nel senso che saranno coinvolte aziende e organizzazioni non solo di Noicàttaro ma anche dei Comuni limitrofi, dove si concentra la più importante produzione di uva da tavola d’Italia e tra le più importanti del mondo.

Alle quattro giornate saranno invitati buyer da Europa e Medio Oriente, giornalisti e blogger dall’Italia e dall’estero con l’obiettivo di promuovere l’uva da tavola e il suo territorio. 

Gli assessori  di Noicàttaro all’Agricoltura e all’Ambiente, Vito Fraschini, e allo Sviluppo del territorio, Germana Pignatelli, che hanno voluto fortemente questa iniziativa, saranno presenti a Berlino insieme al sindaco Raimondo Innamorato e a parte della Giunta per incontrare operatori italiani e stranieri. Per l’occasione, in fiera sarà distribuito materiale che promuove l’evento, in italiano e inglese.

“Certo – conferma l’assessore Vito Fraschini – quella che si svolgerà nella nostra città a luglio sarà la prima edizione di un evento che promuoverà la scoperta del territorio e del suo prezioso prodotto, accendendo i riflettori non solo su Noicàttaro ma sull’intero areale di produzione. Valorizzare a livello internazionale il territorio di produzione dell’uva da tavola pugliese è al centro del progetto lanciato dal nostro Comune ma siamo aperti alle più ampie collaborazioni”.

“Saranno quattro giorni intensi – precisa l’assessore Germana Pignatelli – tra visite alle aziende e al territorio, degustazioni e incontri B2B, riservati a visitatori professionali, giornalisti e blogger. L’evento si svolgerà, non a caso, proprio nei giorni della Festa del Carmine, che a Noicàttaro vede il succedersi di molte manifestazioni che daranno al visitatore un’idea del nostro territorio, delle sue tradizioni ma anche di quante proposte nuove siamo in grado di offrire sia a livello produttivo, che turistico e culturale”. 

I terreni degradanti verso il mare e la presenza di acqua hanno favorito nel tempo lo sviluppo di una produzione di uva da tavola di altissima qualità su un’estensione che copre quasi il 40% della superficie agricola in provincia di Bari.  Noicàttaro conta su 1.800 aziende agricole, una superficie coltivata di 2mila ettari, strutture commerciali che esportano in tutto il mondo, buone infrastrutture logistiche, un’alta specializzazione, un giro d’affari per la sola uva da tavola che coinvolge circa 23mila addetti.  Tutt’intorno una Regione che esprime le tipicità, le tradizioni, i sapori del Mediterraneo, ma, nello stesso tempo, modernità, agricoltura avanzata, turismo in espansione, storia antica ed eccellenze eno-gastronomiche. Regina di Puglia intende diventare la nuova ribalta internazionale per far conoscere ed apprezzare tutto questo.

Fonte: Sorma – Distretto Produttivo Agrumi di Sicilia – Robopac – Regina di Puglia

(Visited 91 times, 2 visits today)
superbanner