Carton_Pack_topnewsgenerali_04/07-18/07
Eventi e Fiere

Pomodoro da industria toscano: una visita guidata a Livorno

Avatar
Autore Redazione

Il 9 agosto all’Azienda agricola Chiavaroli (Op Asport) di Campiglia Marittima

Si terrà lunedì 9 agosto a partire dalle 15 la visita guidata al campo sperimentale dell’Azienda agricola Chiavaroli sita in Campiglia Marittima (Livorno) dell’Op Asport.

La visita guidata rientra nel progetto di ricerca applicata “Miglioramento delle tecniche di coltivazione del pomodoro da industria finalizzato ad ottenere un maggiore rispetto ambientale per la messa a punto di un disciplinare di produzione made in Toscana“, promosso da Italia Ortofrutta unione nazionale con la partnership scientifica del Crea Of.

Ambiziosi gli obiettivi del progetto che mira a migliorare la sostenibilità ambientale della produzione di pomodoro toscano, attraverso l’innovazione delle tecniche di produzione, e a verificare le relazioni esistenti tra sostenibilità ambientale e gli aspetti economici della coltivazione.

Con queste finalità il progetto non poteva che contare su un partenariato composito e di tutto rilievo di cui fanno parte oltre a Italia Ortofrutta, Crea Of e Op Asport, anche l’Università degli studi di Firenze – che cura l’analisi economica per misurare i risultati economici ed il risparmio di fattori produttivi – e Ibf servizi, che eroga servizi di agricoltura di precisione.

Grazie all’analisi delle tecniche di coltivazione utilizzate secondo il disciplinare di produzione integrata della regione Toscana, nell’ambito del progetto sono stati individuati alcuni interventi volti a migliorare le tecniche di coltivazione che sono stati poi applicati in una porzione di circa 6 ettari dell’azienda pilota Azienda agricola Chiavaroli opportunamente digitalizzata, mediante le tecniche di agricoltura 4.0.

La visita guidata del 9 agosto rappresenta l’occasione per valutare visivamente direttamente in loco i risultati prodotti dall’utilizzo delle tecniche innovative adottate sulle piante e sui frutti.

Nello specifico gli interventi hanno riguardato la razionalizzazione della concimazione mediante l’agricoltura di precisione, la razionalizzazione dell’irrigazione attraverso irrigazione deficitaria e irrigazione di precisione e modelli previsionali applicati alla difesa della peronospora.

Dopo aver visitato l’azienda pilota è prevista una visita guidata a uno dei campi sperimentali di confronto varietale e a uno dei quattro campi di irrigazione deficitaria e pacciamatura biodegradabile che la Op Asport ha realizzato nell’ambito del Progetto nazionale di confronto varietale del pomodoro da industria.

Fonte: Italia Ortofrutta

(Visited 108 times, 1 visits today)