cappplast_topnews_29giu-20lug
Dalle aziende

Selenella, gennaio al top per le vendite

SelenellaNuovaGrafica

Buone prospettive anche per le novelle. Cristiani: “Insieme ad Agripat un progetto di ricerca contro gli elateridi”

Annata agraria molto positiva e in linea con i programmi per le patate Selenella: Massimo Cristiani, presidente del Consorzio Patata italiana di qualità fa il punto per myfruit.it. “Per quanto riguarda le vendite, gennaio ha registrato aumenti significativi, dovuti alla situazione di emergenza che l’Italia sta affrontando – spiega Cristiani – Tuttavia, nonostante questo inizio anno molto interessante in termini di vendite, ci si trova in una situazione di incertezza e auspichiamo di tornare presto alla normalità”.
Le vendite delle patate rosè sono state in linea con le previsioni e, visto l’aumento del seme, nel 2020 si prevede una produzione maggiore rispetto all’anno scorso. Interessanti, poi, le prospettive per la campagna delle novelle. “Nonostante le precipitazioni intense registrate nel periodo delle semine, la produzione delle patate novelle si prospetta positiva, soprattutto perché l’andamento climatico dei mesi scorsi si è mantenuto positivo con temperature decisamente sopra la media del periodo”, osserva il presidente del Consorzio.

Ricerca scientifica e prospettive future

Negli ultimi anni la pataticoltura europea ha subito un aumento dell’incidenza dei danni causati da elateridi. Danni che ora rappresentano un’urgenza impellente e il principale problema verso il quale l’intero settore dovrà indirizzare il proprio impegno.

“Per questo motivo, il Consorzio ha deciso di implementare il proprio settore di ricerca e sviluppo partecipando a un progetto in collaborazione con l’Associazione dei produttori AgriPat, che ha l’obiettivo di contenere l’incidenza del danno e, soprattutto, di trovare una soluzione al problema. Da un lato studieremo la biologia dell’insetto in laboratorio e, dall’altro lato, cercheremo di mettere a punto strategie di difesa che seguano un approccio integrato tramite prove sperimentali in campo. Ma nell’ambito della ricerca – conclude Cristiani – continuano sempre le prove varietali e i campi sperimentali che il Consorzio organizza ogni anno”.

(Visited 73 times, 1 visits today)