Interpoma_topnews_1ago-11sett
Biologico

Angelo Naj Oleari, il principe del bio milanese

Angelo Naj Oleari - Centro Botanico

Il paradiso per gli amanti del biologico, biodinamico, ma anche dei prodotti da agricoltura selvatica

Angelo Naj Oleari

Angelo Naj Oleari

Un cognome di origini irlandesi, un passato da imprenditore di successo nel mondo dell’abbigliamento (Naj Oleari è stato un marchio molto noto negli anni ’80, poi l’azienda chiuse nel 1995) e un presente tutto “naturale”. Angelo Naj Oleari ci accoglie in uno dei suoi 3 negozi milanesi (il quarto è a Palma de Mallorca), quello di Via Cesare Correnti, che è anche il più grande con i suoi 800 metri quadrati: “Abbiamo iniziato 40 anni fa con il primo Centro Botanico a Milano in via Vincenzo Monti”.

Il nome non è casuale perché “prima è nato l’interesse per le piante, nel campo della ricerca dei principi attivi e dei sistemi di coltivazione, poi è arrivata la vendita”. Di tutto: food e no food, confezionati e sfusi, libri, mobili, giocattoli, angolo ristorazione che segue i dettami della cucina raw e, ovviamente, frutta e verdura.

È tutto certificato bio, biodinamico o con una scritta che recita “Agricoltura selvatica”. Di cosa si tratta? “La promoviamo noi. Niente monocoltura. Le piante sviluppano i principi attivi solo se non sono coltivate in monocoltura. L’apporto dell’uomo è minimo, anche se presente, perché condurre selvaticamente un campo non significa abbandonarlo”. E’ tutto silenzioso, curato, a partire dal settore dell’ortofrutta fresca, a Km o ovviamente: “La frutta è l’unico regalo che la natura ci dà”. Prossime aperture? Non in Italia, ma probabilmente in Svizzera e Germania.

Credit foto: Esseresostenibili.it | 3.bp.blogspot.com

(Visited 728 times, 1 visits today)