VOG_topnews_28ott-25nov
Aziende

Il bergamotto calabrese ha un nuovo protagonista: nasce la cooperativa Bergamia

BergamottoBegamia
Redazione
Autore Redazione

Obiettivo: valorizzare un prodotto sempre di nicchia e amato per le sue doti nutraceutiche. La nuova cooperativa avrà le sedi operative a Brancaleone e Locri in Calabria

C’è sempre più interesse intorno al bergamotto, agrume che vede nell’areale calabrese la sua massima identificazione. Ed ora un nuovo soggetto intende aprirsi a tutti gli agricoltori della provincia di Reggio Calabria specializzati nella coltivazione di  questo frutto. Il nome della cooperativa è quello di Bergamia e vede tra i fautori l’azienda agricola “Patea” di Brancaleone (RC), che recentemente abbiamo incontrato all’ultima edizione del Sana ddi Bologna (vedi qui).

“La cooperativa Bergamia punta all’innovazione, alla sostenibilità e alla nutraceutica del food e si pone come cerniera concreta tra il vasto tessuto agricolo locale e il mercato nazionale ed europeo del prodotto fresco e del prodotto trasformato” si legge nel comunicato di lancio. “Il bergamotto di Reggio Calabria sta assumendo ormai connotati di prodotto non più di nicchia, ma diffuso e nutraceutico, sia come prodotto fresco che come prodotto trasformato; un agrume non più relegato solamente all’estrazione della preziosa essenza destinata all’industria profumiera, comparto che continua a rivestire la sua grande importanza, ma dalle infinite potenzialità salutistiche” afferma il suo giovane presidente Tommaso Trunfio.

Le sedi operative della nuova cooperativa sono a Brancaleone e a Locri. “Agiremo anche in termini di valorizzazione della biodiversità e di turismo esperienziale e didattico connesso alle numerose produzioni di qualità a base di bergamotto di Reggio Calabria, con un occhio rivolto alle nuove sfide sui cambiamenti climatici e il sequestramento di anidride carbonica in agricoltura” continua Trunfio.

“Abbiamo aderito all’OP Frujt e ci rivolgiamo ai numerosi produttori di bergamotto del territorio, i quali potranno aderire liberamente ed usufruire del ritiro del prodotto e soprattutto dei servizi di assistenza tecnica oltre che dei contributi direttamente destinati  agli investimenti e agli acquisti di ogni azienda agricola aderente, proporzionali al fatturato, grazie ai piani operativi dell’Organizzazione di Produttori di cui facciamo parte” aggiunge invece il vicepresidente Saverio Patea. 

Per maggiori informazioni: infobergamia@gmail.com

Scrivi un Commento