Prodotti

Melone Mantovano IGP. Don Camillo nel Consorzio

Stabilimento Don Camillo
Redazione
Scritto da Redazione

Ingresso importante per il Consorzio del Melone Mantovano Igp con l’arrivo della Op Don Camillo. Entro il 2018 obiettivo 10mila tonnellate

Un “acquisto“ importante per il Consorzio del Melone Mantovano Igp. A partire dalla prossima commercializzazione, infatti, tra i soci entra a far parte una storica azienda del mondo ortofrutticolo nazionale, il cui marchio è legato con forza alla commercializzazione del melone, come la Op Don Camillo.

Nella foto, da sinistra: Bruno Francescon (Vicepresidente del Consorzio), Mauro Aguzzi (Presidente del Consorzio), Ettore Cagna (Presidente della Op Don Camillo)

Nella foto, da sinistra: Bruno Francescon (Vicepresidente del Consorzio), Mauro Aguzzi (Presidente del Consorzio), Ettore Cagna (Presidente della Op Don Camillo)

“Un passo reciprocamente importante, sia per il Consorzio, che vede rafforzare il suo nucleo storico di produttori, sia per Don Camillo – afferma in una nota il Consorzio – che può così contare su una struttura già consolidata di valorizzazione e di marketing del marchio IGP”.

L’azienda Don Camillo – che già dal 2015 è abilitata alla produzione e commercializzazione di Melone Mantovano IGP –  si va ad aggiungere ai soci storici del Consorzio come la Op Francescon, l’azienda ortofrutticola Nadalini, le aziende agricole di Mauro Aguzzi, Merighi, Ca’ de Preti e Perini.

L’obiettivo di raggiungere le 10mila tonnellate di prodotto commercializzate sotto il marchio Igp da parte del Consorzio entro il 2018 diventa certamente ora più vicino considerando la disponibilità di prodotto da parte dell’azienda di Brescello (RE). Nel 2015 i volumi di melone mantovano a marchio Igp commercializzati – nelle tipologie liscio, retato e retato con fetta – si sono attestati intorno alle 1200 tonnellate (certificazione Checkfruit).

Scrivi un Commento