Fruttivendoli e non solo

Ortomercato di Milano. Si cambia governance

Ortomercato Milano

Finisce l’era Dubini all’Ortomercato di Milano. Bando pubblico del Comune per cercare il nuovo presidente e due consiglieri

Non poteva che finire così. Dopo la lettera non certo tenera dell’ormai ex amministratore unico di Sogemi – l’ente comunale che gestisce l’Ortomercato di Milano – al Sindaco Piasapia, inviata in copia anche al Presidente del Consiglio e ai ministri delle Politiche Agricole e dello Sviluppo, nella quale Dubini rimetteva il suo mandato, le dimissioni sono ora state accettate. A certificarlo, giovedì 11 febbraio, anche la pubblicazione sul sito del Comune di un bando che, tra le varie figure ricercate per le nomine dei rappresentanti di alcune società, enti e fondazioni a partecipazione comunale, comprende anche quella di un presidente e di due consiglieri per Sogemi.

Bando del Comune di Milano per Sogemi

Bando del Comune di Milano per Sogemi

Serve una nuova governance, quindi, per l’Ortomercato di Milano: dall’amministratore unico si passa ad un consiglio di amministrazione a tre. Non è mancata, a conclusione del botta e risposta tra Dubini e Pisapia, anche una lettera, questa volta privata, che il Sindaco ha spedito all’ex amministratore unico dove, sostanzialmente, sono rispedite al mittente tutte le critiche che gli erano state rivolte.

A rivelarlo l’edizione milanese del Corriere della Sera che riporta stralci della lettera. Pisapia respinge l’accusa di aver lasciato Dubini “solo” facendogli mancare il sostegno, sottolinea come il primo piano di ristrutturazione da quasi mezzo miliardo di euro consegnato a luglio dell’anno scorso fosse troppo oneroso – «Come le è stato ribadito in varie occasioni» –  e, infine, considera “poco rispettoso del lavoro dei dirigenti comunali” il riferimento a “rallentamenti da parte della macchina burocratico-amministrativa” sollevati nella prima lettera di fine gennaio.

Bisognerà ora attendere aprile per conoscere il nuovo consiglio di amministrazione e capire quale piano verrà messo in atto questa volta per ristrutturare uno degli Ortomercati più importanti d’Italia, ma che al momento non versa certo in condizioni ideali per garantire un perfetto svolgimento del lavoro quotidiano.

Scrivi un Commento