DOLE_topnews_4-29ago
Eventi

Apot. A Fruit Logistica molti incontri istituzionali

Spot Fruit Logistica
Redazione
Scritto da Redazione

Molti incontri e visite di carattere sia strategico che istituzionali. È un bilancio positivo quello stilato da Apot dopo l’ultima edizione di Fruit Logistica a Berlino.

“Dal punto di vista più operativo si è percepita una bella soddisfazione da parte degli operatori trentini presenti, che hanno potuto rinsaldare i loro contatti commerciali con la clientela tradizionale ma anche seminare per nuove possibili opportunità”. Commenta così in una nota Alessandro Dal Piaz, direttore di Apot – Associazioni Produttori Ortofrutticoli Trentini – che rappresenta i consorzi Melinda, La Trentina e Valli Trentine. Tre poli che insieme contatno 5.070 soci produttori, 8.961 ettari di meleti e 1400 lavoratori e una produzione che nel 2015 è stata di circa 500.400 tonnellate.

“Tutti hanno testimoniato una sensazione di rinnovata fiducia e di spirito positivo – continua Dal Piaz -. Fruit Logistica è in sintesi un punto di convergenza di persone, problemi, esperienze ed interessi che sono parte dell’attività commerciale dei Consorzi e delle attività di relazione delle associazioni come Assomela ed Apot, ma che sono tutti orientati ad aumentare la qualità del sistema di produzione, la solidità dei Consorzi ed in sintesi la capacità di trasferire reddito alle aziende frutticole”.

Tra gli incontri più importanti Apot ricorda quello con i rappresentanti della Commissione Europea, come Jesus Zorrilla, capo dell’Unità Ortofrutta della Direzione Generale Agricoltura, presente in visita allo stand e con il quale Alessandro Dalpiaz “ha affrontando temi di particolare attualità ed importanza per le Organizzazioni di Produttori, riguardanti per esempio l’Organizzazione Comune di Mercato, strumento che indirizza al sistema organizzato trentino ed altoatesino circa 50.000.000 di euro ogni anno”. Tra gli argomenti affrontati anche il nodo relativo all’accesso ai mercatie l’evoluzione futura degli standard di qualità, tra cui le mele. “L’occasione è stata preziosa per testimoniare anche il grande progresso del sistema produttivo regionale sul grande tema della sostenibilità, cui le politiche comunitarie guardano con grandissima attenzione”

Apot, infine, ricorda come Fruit Logistica sia anche sede dell’incontro annuale dell’Associazione Mondiale dei produttori di Mele e Pere (WAPA), dove vengono raccolte e presentate le previsioni di produzione dei paesi produttori dell’Emisfero Sud (Argentina, Brasile, Cile, Nuova Zelanda, Australia e Sud Africa) e si costruiscono importanti collaborazioni su temi di particolare sensibilità e comune interesse. In questa sede si condividono ad esempio riflessioni e progetti sui temi dei cambiamenti climatici, della sicurezza e della sostenibilità dei prodotti, del processo di produzione delle mele e delle pere o dei loro effetti salutistici. “Temi affrontati anche dai tanti protagonisti del comparto ortofrutticolo internazionale presenti in visita allo stand di Apot, come il Presidente dell’Alleanza delle Cooperative Italiane (ACI) Giorgio Mercuri e l’Europarlamentare on. Paolo del Castro – ex Ministro Agricoltura ed ex Presidente della Commissione del Parlamento Europeo”.

Scrivi un Commento