Aziende

UT Instruments. La tecnologia Bluetooth al servizio della frutta

UT Instruments
Redazione
Scritto da Redazione

A partire da marzo sarà operativa la nuova partnership tra Unitec e Tr Turoni. Fornirà strumenti hi-tech per la determinazione della qualità della frutta lungo la filiera

La presentazione è avvenuta durante l’ultima edizione di Fruit Logistica a Berlino. Ora inizia ufficialmente l’attività. Si tratta di UT Instruments, nuova realtà nata dalla partnership strategica tra Unitec, leader nel settore di macchine, impianti e linee per la lavorazione dell’ortofrutta, e Tr Turoni, specialista negli strumenti scientifici per agricoltura.

La nuova società ha come obiettivo quello di sviluppare dispositivi tecnologici all’avanguardia per la misurazione dei principali parametri qualitativi della frutta lungo tutte le fasi della filiera. “Il che significa strumenti intelligenti e affidabili, che partono da una prima veloce intuizione: associare alla portabilità il trasferimento dati via Bluetooth” afferma la nuova azienda in una nota.

D’ora in poi, quindi, parametri fondamentali come la misurazione del calibro e del grado di maturazione dei frutti, così come della durezza e della temperatura della polpa e il grado zuccherino, potranno essere trasmesse su un’unica piattaforma dati “con alcuni indubbi vantaggi. Innanzitutto, un netto risparmio di tempo e un forte miglioramento dell’affidabilità dei dati eliminando gli errori provenienti dalla trascrizione manuale o dal trasferimento ad altri supporti”.

La nuova azienda UT Instruments, quindi, intende operare lungo tutta la filiera: “le centrali ortofrutticole potranno campionare correttamente i prodotti e fornirli a retail e ingrosso, i quali, a loro volta, potranno proporre ai clienti consumatori una qualità coerente ad ogni fornitura, senza sprechi”.

“Conosciamo e collaboriamo da anni con Unitec, con la quale condividiamo anche un percorso internazionale con Cermac – dichiara Enrico Turoni, titolare della Tr – e dal confronto su alcune tematiche prioritarie, come la qualità coerente sostenuta e perseguita dal presidente, Angelo Benedetti, ci troviamo in totale sintonia. Anzi, proprio da questo concetto è nata l’idea di unire le forze per garantire un elevato livello qualitativo in tutti i passaggi della catena di fornitura”.

“Proponiamo sistemi innovativi che consentano agli operatori del settore di ottimizzare le linee di lavorazione aumentando allo stesso tempo la qualità e l’efficienza dei processi – gli fa eco Angelo Benedetti, presidente di Unitec – Tali soluzioni creano un conseguente risparmio di costi, di risorse e vantaggi per l’intera filiera. Vogliamo aiutare gli operatori nel costruire relazioni affidabili, partendo dalla produzione, passando per la centrale ortofrutticola, fino alla grande distribuzione organizzata”.

La fase commerciale vera e propria inizierà per la UT Instruments entro la fine di marzo.

Scrivi un Commento