PrimoMattino_topnews_4-31lug
Aziende

Mele. Gli obiettivi de La Trentina a Fruit Logistica

Mele La Trentina
Redazione
Scritto da Redazione

A pochi giorni dall’inizio di Fruit Logistica 2016, Simone Pilati, il direttore generale del Conzorzio La Trentina fa il punto della situazione sull’andamento della campagna 2015-2016

A pochi giorni dall’inizio di Fruit Logistica 2016, Simone Pilati, direttore generale del Conzorzio La Trentina fa il punto della situazione sull’andamento della campagna 2015-2016

Simone Pilati - direttore generale Consorzio la Trentina

Simone Pilati – direttore generale Consorzio la Trentina

I risultati ad oggi indicano che stiamo andando nella direzione giusta. La raccolta di quest’anno, infatti, ha registrato un incremento pari al 10% di tonnellate in più rispetto allo scorso anno. Senza contare che tale risultato positivo si inserisce in un quandro europeo negativo con un calo generale del 5%. Un esito di cui siamo orgogliosi che, insieme alla professionalità e all’esperienza dei nostri soci, e al territorio vocato in cui operiamo, ci permette di garantire anche quest’anno il nostro alto standard qualitativo: le mele risultano di buona colorazione, gustose e di pezzatura ottimale

La Trentina sarà presente Berlino all’interno dello spazio Sviluppo Trentino (Hall 2.2) insieme ai cugini Melinda e Sant’Orsola con tutto il suo assortimento di mele: Golden Delicious, Gala, Red Delicious, Granny Smith, Morgenduft, Fuji.

L’export, voce sempre più strategica per tutta l’ortofrutta italiana, sarà ovviamente uno dei focus sul quale La Trentina dedicherà particolare attenzione anche quest’anno a Fruit Logistica: “Per il futuro la nostra strategia sarà nuovamente improntata sulla diversificazione dei canali distributivi facendo leva sull’ampio raggio di azione del Consorzio – conclude Pilati -. Il 50% della produzione sarà concentrata sul mercato italiano, mentre la restante metà sarà destinata verso vari paesi esteri come la Spagna, il Nord Africa o ancora il Medio Oriente, destinazioni strategicamente sempre più rilevanti”.

Scrivi un Commento